fbpx
13 Ottobre 2017

Tremila poliziotti per Roma-Napoli

 

NAPOLI Roma-Napoli non sarà mai una partita come le altre, sia dal punto di vista sportivo che da quello dell’ ordine pubblico. La rivalità, sfociata con la morte del tifoso napoletano Ciro Esposito, non è mai finita e si è acuita di pari passo con la lotta sportiva tra due squadre che in due anni si sono «rimpallate» il secondo posto valido per la Champions diretta. E così anche per la sfida di domani all’ Olimpico ci sarà un piano di sicurezza imponente. Anche perché nella stessa giornata nella capitale sono previste diverse manifestazioni . Una della Cgil e un grande corteo del movimento nazionale per la sovranità per cui sono annunciate 10mila persone (ore 10). Alle ore 15, in pazza san Giovanni Bosco, il concentramento di altre 2.000 persone per una manifestazione indetta dalla CGIL sui temi della lotta alla povertà. Mentre alle ore 16 è prevista la partenza del corteo indetto del movimento nazionale per la sovranità che da piazza della Repubblica raggiungerà piazza San Silvestro. Alle 20.45, la partita. Quella che desta maggiori preoccupazioni. La Questura di Roma ha reso noto il percorso d’ accesso per i tifosi napoletani, quelli non residenti in Campania. Sono stimati 40.000 spettatori (di cui oltre 3.000 supporter partenopei). Tremila gli agenti che vigileranno sull’ ordine pubblico, mille in più rispetto ai 2.000 già previsti per le misure antiterrorismo. Gli itinerari di accesso nell’ area nord dello stadio Olimpico, ovvero via Salaria e via Flaminia, saranno messi in sicurezza con aree di parcheggio individuate in via Macchia della Farnesina per le auto mentre i bus raggiungeranno direttamente l’ area antistante il settore ospiti, che sarà aperto alla vendita per tutti i tifosi del Napoli. «La buona riuscita del piano di sicurezza – sottolinea la questura di Roma in una nota – è direttamente collegata alla collaborazione delle tifoserie, a cui è richiesto di seguire l’ indicazione delle forze dell’ ordine e, quindi, di utilizzare gli itinerari indicati per giungere allo stadio». In particolare, i tifosi partenopei diretti in tribuna Tevere e Monte Mario «sono invitati alla prudenza nell’ ostentare comportamenti di appartenenza alla tifoseria durante il transito nelle aree dove inevitabilmente ci saranno commistioni». Il questore della capitale, Guido Marino ha raccomandato a tutti i dirigenti e funzionari, la massima attenzione nelle operazioni di sicurezza, convinto che la partita di domani, giocata in serale per la prima volta dopo anni, possa rappresentare «un tassello importante per restituire questa splendida occasione sportiva ad un contesto di partecipazione e partecipazione e sana competizione». Il piano partirà già dai caselli autostradali. Sarà controllata anche l’ autenticità dei documenti. Tolleranza zero anche nei confronti di chi salirà sulle balaustre dell’ Olimpico e occuperà le vie di fuga dello stadio. Allarme anche del Codacons che chiede controlli più rigidi per la partita.«E’ un match ad altissima tensione – si legge in una nota – Si deve perquisire non con controlli a campione, ma sulla totalità degli spettatori, anticipando l’ orario di apertura dei cancelli e si deve assicurare l’ incremento della presenza di agenti, allo scopo di prevenire disordini e possibili agguati».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox