17 Maggio 2016

Tre passaggi a livello, Pelliccia: eliminarli presto

Tre passaggi a livello, Pelliccia: eliminarli presto
il codacons: ormai è un’ ecatombe, vanno sostituiti con sopraelevate o sottopassaggi

CASALNUOVO. L’ incidente che ha provocato la morte di Raffaella ha riacceso la polemica sull’ esistenza dei passaggi a livello nel centro cittadino. Da circa 20 anni è in progetto una loro dismissione, ma ad oggi si parla ancora di lunghi tempi d’ attesa, di almeno un’ altra decina d’ anni. Sono tre i passaggi a livello a Casalnuovo, tutti a chiusura automatica, e su quella tratta sono circa 200 i treni che passano complessivamente. «Chiederemo a Rfi di accelerare ancor di più la realizzazione dei progetti della nuova tratta dell’ alta velocità Napoli -Bari variante Cancello, perché è impossibile che una programmazione così importante come quella dei passaggi a livello abbia una previsione di realizzazione che ci porta al 2025-2030. Loro dicono che toglieranno i binari nel 2028», ha dichiarato il sindaco Massimo Pelliccia. Sull’ eliminazione dei passaggi a livello non usa mezzi termini il presidente di Codacons, Carlo Rienzi, secondo il quale, vanno sostituiti con sottopassaggi o sopraelevate: «Oramai è una ecatombe – ha affermato – gli incidenti di questo tipo stanno pericolosamente aumentando, al punto da poter parlare di passaggi a livello “killer”. Solo nel 2015 si sono registrate 89 vittime sui binari per incidenti analoghi, con una abnorme crescita del +11% rispetto all’ anno precedente». «È assurdo – prosegue Rienzi – consentire l’ attraversamento dei pedoni laddove circolano treni ad alta velocità, e l’ Autorità Nazionale per la sicurezza ferroviaria deve intervenire immediatamente mettendo a bando i passaggi a livello e obbligando i gestori delle ferrovie a realizzare passaggi alternativi». AMG.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox