fbpx
16 Marzo 2011

“Trasporti, stop alle inefficienze”

«Trasporti, stop alle inefficienze»
 

QUARTO D’ ALTINO. «Un’ analisi su tutti i trasporti locali riguardanti il nostro territorio, per capire le cause delle inefficienze». La presidente della Provincia, Francesca Zaccariotto, ieri mattina ha incontrato i rappresentanti dei pendolari della linea Venezia-Trieste. Che ogni giorno devono fare i conti con disagi legati a ritardi e soppressioni delle corse nelle ore di punta, promettendo un impegno per il miglioramento del servizio. All’ incontro hanno partecipato Gianni Foffano, responsabile del comitato pendolari Trieste-Venezia e Luciano Ferro segretario del Codacons altinate. Riflettori puntati sui disagi causati dalla sporcizia nelle carrozze e nei bagni, le numerose porte inutilizzabili e la mancanza di informazioni tempestive da parte del personale. L’ attenzione si è concentrata anche su un gap che da sempre riguarda il territorio, vale a dire la mancanza del collegamento su gomma da Quarto d’ Altino a Mestre. «Se sui treni si può fare affidamento – spiega Ferro – c’ è però da sapere che manca un collegamento tramite autobus per raggiungere Mestre e Venezia, ma anche l’ ospedale dell’ Angelo e la zona di Marcon dove si trovano i pediatri». «Da tempo – spiega la Zaccariotto – ricevo lettere in cui lavoratori e studenti evidenziano molti disservizi, in primis i ritardi dei treni, che causano problemi nell’ arco della giornata lavorativa e di studio. Parliamo di Tac e di Tav, ma non riusciamo a garantire la qualità e la puntualità dei servizi di trasporto che già esistono. Se viene garantita una corsa in più, bisogna anche intervenire sulla pulizia, sulla funzionalità e sulla sicurezza delle carrozze». Prosegue: «Dobbiamo puntare all’ obiettivo che i servizi pubblici funzionino, e a questo punto chiedo di effettuare un’ analisi su tutti i trasporti locali riguardanti il nostro territorio, per capire le cause delle inefficienze. Mi impegno a prendere in esame anche la questione riguardante la mancanza di collegamento tra Quarto e Mestre su gomma, è inaudito che manchino degli autobus di collegamento. La Provincia è impegnata nel contrasto all’ inquinamento atmosferico, attraverso una giusta politica di incentivazione del mezzo pubblico, che però deve essere efficiente, ad un costo ragionevole e non gravare sulle tasche dei cittadini». Conclude la presidente: «Vorremmo favorire una politica di riduzione del costo del trasporto pubblico, perché se la gente sarà costretta ad usare l’ auto, tutti gli sforzi a tutela dell’ ambiente si rivelerebbero vani: la lotta alle emissioni di Co2 non può essere liquidata e perseguita solo con le domeniche ecologiche in bicicletta». La Zaccariotto annuncia che il 18 marzo, sull’ Isola di San Servolo, è stato organizzato un convegno per la presentazione del Patto dei sindaci al quale Ca’ Corner ha aderito lo scorso settembre. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox