14 Luglio 2011

TRASPORTI: ROMA, ATAC VUOLE AUMENTO BIGLIETTO DA 1 A 1,5 EURO

TRASPORTI: ROMA, ATAC VUOLE AUMENTO BIGLIETTO DA 1 A 1,5 EURO
 

(AGI) – Roma, 14 lug. – Il costo del biglietto per autobus e metro a Roma aumentera’ nel 2012 passando da 1 euro a 1 euro e mezzo per 100 minuti complessivi. E’ quanto prevede il piano industriale approvato oggi dal Cda dell’Atac, l’azienda capitolina dei trasporti. Perche’ l’aumento sia esecutivo, serve il nulla osta della Regione Lazio. "Parte integrante del Piano – si legge nel documento dell’Atac – e’ la proposta di una nuova politica tariffaria sulla quale si esprimeranno le competenti strutture degli Enti preposti, fermo restando in capo alla Regione Lazio l’esclusiva titolarita’ in materia sulla regolamentazione tariffaria. La politica tariffaria proposta e’ ipotizzato generi a regime un incremento dei ricavi pari a 35 milioni euro/anno (122 milioni di euro nell’arco di validita’ del Piano), leva finanziaria indispensabile sia per alimentare il piano di investimenti, sia per consentire progetti di incremento della qualita’ del servizio a breve termine". Immediate le polemiche a Roma: da molti anni il ‘bit’, cioe’ il biglietto integrato a termine, costa un euro. Durissima la reazione del Codacons: "La decisione dell’Atac di portare il costo dei biglietti di bus e metro da 1 euro a 1,50 euro, puo’ essere definita solo una follia!". Cosi’ il Presidente Codacons, Carlo Rienzi. "Non vorremmo che i vertici Atac abbiano preso tale decisione dopo essere stati colpiti da un colpo di calore, magari a seguito di un viaggio sui vagoni della linea B della metro, dove notoriamente si raggiungono temperature "africane" – prosegue Rienzi – L’aumento tariffario in questione e’ assolutamente ingiustificato, in quanto non corrisponde ad alcun aumento della qualita’ del servizio, che anzi tende a peggiorare costantemente. Se il Comune di Roma avallera’ tale proposta, ci opporremo con tutti i mezzi, ricorrendo al Tar del Lazio e in ogni altra sede". Per il Codacons nemmeno l’aumento della durata del biglietto, da 75 a 100 minuti, puo’ in alcun modo giustificare il rincaro: nessun utente, infatti, viaggia per quasi due ore consecutive sui mezzi pubblici, e l’allungamento della durata dei ticket rappresenta solo fumo negli occhi. (AGI) Pgi

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox