28 Dicembre 2014

TRAGHETTO IN FIAMME: CODACONS CHIEDE DI ACCERTARE QUANTI E QUALI CONTROLLI SIANO STATI ESEGUITI SULLA NAVE

    TRAGHETTO IN FIAMME: CODACONS CHIEDE DI ACCERTARE QUANTI E QUALI CONTROLLI SIANO STATI ESEGUITI SULLA NAVE
    VERIFICARE
    COLLAUDI SU IMBARCAZIONE. VICENDA CONCORDIA HA EVIDENZIATO TOTALE
    DISINTERESSE DELLE AUTORITÀ SULLO STATO DI SICUREZZA DELLE NAVI
    PASSEGGERI

    Occorre accertare subito quanti e quali controlli siano stati eseguiti di recente sulla Norman Atlantic, e verificare il rigoroso rispetto delle norme relative alla sicurezza e ai collaudi delle navi passeggeri.
    Lo chiede il Codacons a seguito del grave incidente che vede coinvolto un traghetto italiano partito dalla Grecia.
    La recente vicenda della Costa Concordia ha evidenziato infatti gravi carenze in Italia sul fronte delle verifiche periodiche, dei collaudi e, in generale, dei controlli di sicurezza sulle imbarcazioni adibite al trasporto passeggeri – spiega l’associazione – Ma soprattutto ha fatto emergere un totale disinteresse da parte delle autorità pubbliche sul rigoroso rispetto delle norme che regolano i requisiti per la navigazione.   
    Per tale motivo vogliamo che il Ministero dei Trasporti e la Capitaneria di Porto forniscano oggi stesso i dettagli su controlli e verifiche eseguiti sulla Norman Atlantic negli ultimi due anni – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Ai passeggeri della nave il Codacons offre assistenza legale per avviare,  una volta rientrati in Italia, le dovute azioni risarcitorie in relazione ai danni morali e materiali subiti e ai pericoli corsi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox