19 Giugno 2014

Tra Quasimodo e Piano a vincere è la tecnologia

Tra Quasimodo e Piano a vincere è la tecnologia

ROMA Quasimodo, il concetto di violenza-non violenza, la Grande Guerra, la tecnologia pervasiva, la fragilità e la bellezza dell’ Italia, secondo Renzo Piano, il dono. Sono queste le tracce dei temi dell’ esame di maturità affrontato ieri da quasi 500mila studenti italiani, oggi alla prova con il secondo scritto, specifico per ciascun indirizzo di studi (le materie sono state rese note a gennaio). E oggi sono sotto esame anche gli studenti della scuola media, 600mila, che affrontano la prova Invalsi. Piace il tema sulla tecnologia. Il poeta Salvatore Quasimodo e il senatore a vita e “archistar” Renzo Piano, due “pezzi da Novanta”, non hanno conquistato il cuore degli studenti che hanno apprezzato invece più di tutte la traccia sulla “Tecnologia pervasiva”, che prendeva spunto da un testo del giornalista e blogger Fabio Chiusi: è stata scelta da quasi un terzo dei candidati e preferita in quasi tutti i percorsi di studio con un picco di gradimento (34%) negli Istituti tecnici. Solo nell’ Istruzione Artistica è stata sorpassata dal tema del dono nell’ arte. Poche le immagini (soltanto tre) nel prezioso materiale-guida allegato alle tracce. Documenti tra i quali è stato offerto uno spunto inconsueto – il trapianto di organi – per trattare il tema. Il ministro: bilancio positivo. Alle 8.30 di ieri le tracce circolavano già sul web. «Offrono una bella gamma di possibili riflessioni. La prova darà a tutti la possibilità di esprimersi al meglio», twittava il ministro dell’ Istruzione in mattinata. In serata Stefania Giannini tirava le somme: «È andato tutto bene, anche nella parte logistica e organizzativa e le tracce proposte sono state ben accolte». Fosse stata una maturanda, svela il ministro, avrebbe scelto il saggio breve sul tema del dono («un tema antico e attuale») o quello sulle periferie, «dense di umanità». Il ministro interviene anche sul futuro dell’ esame di maturità: «Sulla possibilità di inserire una prova Invalsi dobbiamo completare una riflessione», ha detto. Mentre per quanto riguarda la prova orale, «è importante, molte culture non l’ hanno sviluppata e ne hanno risentito – ha puntualizzato – si deve fare una riflessione seria prima di eliminarla». Il costo dell’ esame. La maturità ogni anno costa parecchio, in termini di fatica ma anche di denaro: 65-80 milioni di euro e forse anche più, calcolando la mole di lavoro, l’ energia, le commissioni Denunciato sito. Il sistema dell’ invio on-line delle prove ormai è ben rodato. Non c’ è stata nessuna fuga di notizie ieri, ma la polizia Postale ha denunciato i titolari del portale web “Scuolazoo” per istigazione a delinquere. Promettevano la risoluzione delle prove d’ esame ai maturandi disperati: bastava inviare una fotografia della traccia per ottenere live l’ elaborato della prova svolto da un team di professori. Un incidente colto al balzo dal Codacons per chiedere la schermatura della aule scolastiche, in modo da impedire l’ utilizzo dei cellulari e rendere vana qualsiasi pubblicazione sul web delle soluzioni o altri servizi on-line resi da siti specializzati. Anche oggi la vigilanza sarà rigorosa in tutte le aule. Fra le misure sono previste la consegna dei cellulari da parte degli alunni e, dove possibile, il posizionamento dei banchi disposti uno dietro l’ altro. Tra le curiosità della giornata l’ esame via Skype, dall’ India, svolto dal fuciliere di Brigata Marina San Marco, Salvatore Girone. Rimane segreto il tema scelto per la prima prova: «Vuole che il suo esame resti riservato – ha spiegato la moglie – e mi ha detto che sarà lui stesso, quando saranno finite le prove, a diffondere un suo pensiero». (c.l.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox