22 Ottobre 2014

Tra diffide e ricorsi le nozze omosessuali finiscono in tribunale

Tra diffide e ricorsi le nozze omosessuali finiscono in tribunale

DAL Tar alla procura fino alla Corte europea di Strasburgo, le nozze gay finiscono in tribunale. A margine del braccio di ferro tra sindaco e prefetto, il Campidoglio valuta strategie legali sulla “potenziale discriminazione nella cancellazione di un atto civile, contratto in un Paese Ue, solo sulla base del sesso dei contraenti”. Intanto, 8 delle 16 coppie che sabato hanno celebrato in Comune la trascrizione delle loro unioni hanno inviato una diffida a procedere al prefetto, che è pronto a cancellarle. Contro Pecoraro anche il Codacons che preannuncia un ricorso al Tar per bloccare gli effetti di un eventuale dietrofront sulle nozze gay. L’ associazione ha presentato anche un esposto in procura contro il ministro dell’ Interno Alfano per “condotta discriminatoria fondata sull’ orientamento sessuale”. Beghe legali anche per Marino: è il movimento Italia Cristiana a ipotizzare l’ abuso d’ ufficio e chiedere «l’ allontanamento del primo cittadino».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox