29 Agosto 2010

Tour operator e trasporti: stagione da dimenticare

Tour operator e trasporti: stagione da dimenticare
 

Roma E’ stata una stagione vacanziera nera, quella che si avvia alla fine, per quanto riguarda tour operator e trasporti. I villeggianti italiani hanno infatti designato queste due voci come le vincitrici della speciale classifica delle lamentele. Migliora la voce bagagli e calano le segnalazioni complessive anche a causa del minor numero di persone che sono andate in vacanze. Lo riferisce il Codacons che ha raccolto le segnalazioni dei turisti ai quali ricorda che per la richiesta di risarcimento danni c’ è un limite di 10 giorni lavorativi dal rientro. Complessivamente, dice l’ associazione dei consumatori, sono pervenute, fino a questo momento, 13.000 segnalazioni circa, 2mila in meno rispetto allo scorso anno. «Questa diminuzione -spiega una nota – non è necessariamente un indice di miglioramento delle cose, ma dipende sia dall`assenza di crisi acute e improvvise (come nel 2005 con l’ attentato a Sharm el Sheik, nel 2006 AirOne e attentati di Londra, nel 2007 Fiumicino, nel 2009 Todomondo) sia dal fatto che, per via della recessione, meno italiani sono andati in ferie o hanno fatto vacanze più modeste». Il 2010, come il 2009, riferisce il Codacons, «deve essere ricordato come l`anno nero per le agenzie turistiche, dato il fallimento della società «I Viaggi del Ventaglio», anche se, rispetto al 2009, ritornano in vetta alla classifica i trasporti (la vicenda Tirrenia ha "aiutato" a risalire in classifica) con il 27% delle segnalazioni, dunque anno buio anche per aerei e navi anche se, all`interno di questa voce, calano le proteste per i treni e salgono in particolare quelle delle navi, Tirrenia e crociere varie, forse anche per via di un aumento della domanda».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox