7 Agosto 2004

TORREGALLI: RAGAZZO DI 23 ANNI MUORE DI POLMONITE

    IL CODACONS SI COSTITUISCE PARTE OFFESA NEL PROCEDIMENTO PENALE

    Il Codacons Toscana, Sede di Firenze, interviene sulla morte del ragazzo fiorentino di 23 anni, avvenuta il 13 Luglio all?ospedale San Giovanni di Dio per una polmonite.

    Il giovane, lo scorso 13 Giugno, era stato vittima di un incidente stradale e si era fratturato una gamba; ricoverato nel reparto di ortopedia di Torregalli a metà Giugno, dopo qualche giorno era stato dimesso.

    Il 2 Luglio, in preda alla febbre e con gravi difficoltà respiratorie, era stato ricoverato nuovamente a Torregalli, stavolta nel reparto di medicina con una terribile diagnosi di polmonite.

    Il sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Firenze, Dott. Luca Turco, ha aperto una inchiesta sulla triste vicenda, ipotizzando il reato di lesioni colpose aggravate.

    ?Al momento, pare che non ci sia alcun iscritto nel registro degli indagati, ma vogliamo che sia fatta piena luce su questa strana morte; deve essere chiarito dove la vittima ha contratto l?infezione che lo ha condotto alla morte e se ci sono stati dei colpevoli ritardi nel diagnosticare la polmonite? dice la Dr.ssa Silvia Bartolini, Presidente del Codacons Toscana.

    ?E? pazzesco che un giovane di 23 anni possa morire per una polmonite e vogliamo sapere se vi sono delle responsabilità in capo all?ospedale; per questo, abbiamo conferito mandato all?Avv. Domenico Borsellino per presentare una memoria di parte offesa nel procedimento penale in corso, attesa la finalità istituzionale del Codacons di tutelare e di salvaguardare l?interesse fondamentale della salute e della sicurezza attuale e futura delle singole persone? prosegue Silvia Bartolini.

    ?Laddove fosse ravvisata l?ipotesi di reato oggi ipotizzata, ci costituiremo parte civile nel processo penale? conclude la Dr.ssa Silvia Bartolini.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox