5 aprile 2018

TORINO, VIGILI ALL’ASILO NIDO PER BLOCCARE UNA BIMBA NON VACCINATA

CODACONS: GESTO DI INAUDITA GRAVITA’. DENUNCIAMO SINDACO E SCUOLA PER VIOLENZA PRIVATA. POSSIBILI TRAUMI PER LA BIMBA

Un gesto di inaudita violenza e gravità di cui i responsabili dovranno rispondere dinanzi la giustizia. Così il Codacons commenta sdegnato il caso della bimba bloccata dai vigili urbani all’asilo di Torre Pellice, nel torinese.
“Fin da subito avevamo temuto che la legge Lorenzin potesse portare ad eccessi inaccettabili e così è stato – afferma il presidente Carlo Rienzi – La bambina coinvolta nell’episodio e i suoi genitori hanno subito una vera e propria violenza, con l’intervento delle forze dell’ordine per impedire l’ingresso della bimba alla struttura e un trattamento che si riserva generalmente a delinquenti e criminali”.
“Proprio per questo non possiamo esimerci dal presentare una denuncia alla Procura della Repubblica di Torino contro il sindaco di Torre Pellice, il comando dei vigili urbani del Comune e l’istituto scolastico protagonista della vicenda, affinché accertino se quanto avvenuto possa configurare eventuali fattispecie penalmente rilevanti come la violenza privata e o l’abuso di atti d’ufficio. Ovviamente, nel caso di traumi psicologici a danno della bambina legati al grave episodio, i genitori potranno rivalersi sui responsabili e sul Ministro della salute Lorenzin, chiedendo un equo risarcimento danni” – conclude il Codacons.