22 Aprile 2020

TORINO: TRIBUNALE RESPINGE RICORSO CODACONS SU DPI, MA TESI GIUDICE E’ SMENTITA DA LEGGE E ORDINANZE DELLE STESSE REGIONI

     

    CODACONS PRESENTA APPELLO CONTRO UNA DECISIONE ERRATA E SOLO ABNORME E OSSEQUIOSA DELLA REGIONE

    ECCO LA PROVA CHE IL GIUDICE RENDE DEL TRIBUNALE DI TORINO PRIMA DI DECIDERE DOVEVA ALMENO LEGGERSI LE GAZZETTE UFFICIALI DELLE REGIONI

    La decisione del Tribunale civile di Torino che ha respinto il ricorso del Codacons volto ad obbligare la Regione Piemonte a provvedere a fornire dpi prioritariamente a medici, infermieri e personale sanitario, sarà impugnata dall’associazione in Tribunale collegiale.
    Si tratta di una sentenza abnorme, che sembra ossequiare l’amministrazione regionale scaricando la responsabilità della fornitura di mascherine e altri dispositivi per limitare il contagio sui soli datori di lavoro, ossia Asl e ospedali – spiega il Codacons – Una tesi assurda e smentita dalle decisioni assunte dalle stesse regioni: ecco cosa scrive l’ordinanza della Regione Lazio dello scorso 17 aprile: “nel caso di impossibilità a dotarsi autonomamente dei DPI, il gestore della struttura fa richiesta del proprio bisogno, per il tramite della ASL territorialmente competente, alla Regione Lazio che provvede in base al numero, alle tipologie disponibili e al fabbisogno giornaliero”.
    Che la sentenza sia del tutto “sballata” lo dimostra anche la pesante condanna alle spese decisa dal Giudice Guglielmo Rende nei confronti del Codacons, sproporzionata se si pensa che l’intero procedimento è stato instaurato sul web senza presenza né discussione degli avvocati, con una procedura divisa in 4 fasi come se ci fossero vere udienze, quando in realtà le attività sono state svolte tutte da remoto. Il giudice ha addirittura negato che il Codacons sia legittimato ad agire per tutelare la comunità dei cittadini messi a rischio da medici costretti a operare senza protezioni, tutto ciò mentre i sanitari continuano a morire a causa dei contagi.
    Il Codacons chiederà ora al Governo di commissariare la Regione Piemonte che ignora i propri doveri di proteggere chi lotta in prima linea per salvare vite umane.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox