14 luglio 2017

Tor di Valle finisce in Procura: «Lo stadio a rischio inagibilità»

Uno stadio «a rischio inagibilità», con infrastrutture ampiamente insufficienti in una zona a rischio inondazione «impossibile da evacuare in tempi rapidi», e che genererebbe un «futuro enorme danno erariale» per il Campidoglio, tale da «mettere a rischio i futuri bilanci comunali». Sono questi i passaggi centrali della diffida spedita alla Procura di Roma, alla Corte dei Conti e all’ Autorità nazionale anticorruzione che mette nel mirino il progetto Tor di Valle e la delibera votata dall’ amministrazione M5S a metà giugno. Una denuncia, firmata dai Radicali, che si somma all’ esposto già depositato dal Codacons all’ Anac, che infatti ha chiesto chiarimenti al Comune proprio sulla procedura che ha dato il primo via libera al controverso progetto del nuovo stadio. a pag. 41.