18 Febbraio 2006

Tir in tangenziale? interpelliamo gli autotrasportatori



MESTRE. Fa discutere la proposta della Provincia di Venezia di contingentare i mezzi pesanti tra tangenziale e autostrada. Dopo il via libera a uno studio di fattibilità appena ottenuto da Autovie venete e società Venezia-Padova, oggi anche la Cgia di Mestre accoglie, anche se lo parzialmente, la proposta dell`assessore Ezio Da Villa. “Creare un`unica corsia dedicata solo ai Tir fin dall`autostrada? Forse sarebbe bene sentire gli autotrasportatori, anche se la politica e i tecnici hanno il dovere di avanzare delle soluzioni“, spiega Paolo Zabeo dell`ufficio sindacale degli artigiani. “In direzione di Trieste, il problema è costituito dalla barriera di Villabona che crea un tappo e ingorga la fluidità del traffico in tangenziale. Pensare di incolonnare i camion fin da Dolo, rischia di servire a poco – continua Zabeo -. Di sicuro si sgranerà il traffico, ma gli innesti in tangenziale provenienti da Romea, Miranese e Castellana non consentiranno probabilmente nessun effetto positivo. Stessa corsa in direzione di Padova, con l`unica differenza però che qui forse si può sperimentare con successo l`incolonnamento dei Tir sulla corsia di sinistra“. La proposta di Da Villa sarà discussa dai sindaci veneziani anche martedì al Centro servizi di Mestre dove è convocato il tavolo tecnico zonale per discutere di smog, ma anche di inquinamento prodotto da industrie e tangenziale. Al vertice è stata invitata per l`occasione anche Unindustria. Mercoledì invece gli enti locali e tutti i soggetti che hanno competenza sulla questione smog torneranno a confrontarsi con il prefetto Nardone, che ha convocato un nuovo incontro dopo la lettera di sollecito del sindaco Cacciari. Lo stesso giorno, sui temi dello smog da traffico si confronteranno i cittadini. Appuntamento alle 20.45 all`Emeroteca di via Poerio con il dibattito “Lasciateci respirare, la salute innanzitutto“, organizzato da un gruppo di volontari con la collaborazione dei comitati anti-traffico e degli Amici della bicicletta. Al dibattito parteciperanno gli assessori Da Villa e Mingardi, il presidente del Cocit Saccon, il direttore dell`Arpav Biancotto, il presidente del Codacons Veneto Conte. (m.ch.).
INCOLONNAMENTI ED EMISSIONI, NODI DA SCIOGLIERE “Tir in tangenziale? Interpelliamo gli autotrasportatori“ MESTRE. Fa discutere la proposta della Provincia di Venezia di contingentare i mezzi pesanti tra tangenziale e autostrada. Dopo il via libera a uno studio di fattibilità appena ottenuto da Autovie venete e società Venezia-Padova, oggi anche la Cgia di Mestre accoglie, anche se lo parzialmente, la proposta dell`assessore Ezio Da Villa. “Creare un`unica corsia dedicata solo ai Tir fin dall`autostrada? Forse sarebbe bene sentire gli autotrasportatori, anche se la politica e i tecnici hanno il dovere di avanzare delle soluzioni“, spiega Paolo Zabeo dell`ufficio sindacale degli artigiani. “In direzione di Trieste, il problema è costituito dalla barriera di Villabona che crea un tappo e ingorga la fluidità del traffico in tangenziale. Pensare di incolonnare i camion fin da Dolo, rischia di servire a poco – continua Zabeo -. Di sicuro si sgranerà il traffico, ma gli innesti in tangenziale provenienti da Romea, Miranese e Castellana non consentiranno probabilmente nessun effetto positivo. Stessa corsa in direzione di Padova, con l`unica differenza però che qui forse si può sperimentare con successo l`incolonnamento dei Tir sulla corsia di sinistra“. La proposta di Da Villa sarà discussa dai sindaci veneziani anche martedì al Centro servizi di Mestre dove è convocato il tavolo tecnico zonale per discutere di smog, ma anche di inquinamento prodotto da industrie e tangenziale. Al vertice è stata invitata per l`occasione anche Unindustria. Mercoledì invece gli enti locali e tutti i soggetti che hanno competenza sulla questione smog torneranno a confrontarsi con il prefetto Nardone, che ha convocato un nuovo incontro dopo la lettera di sollecito del sindaco Cacciari. Lo stesso giorno, sui temi dello smog da traffico si confronteranno i cittadini. Appuntamento alle 20.45 all`Emeroteca di via Poerio con il dibattito “Lasciateci respirare, la salute innanzitutto“, organizzato da un gruppo di volontari con la collaborazione dei comitati anti-traffico e degli Amici della bicicletta. Al dibattito parteciperanno gli assessori Da Villa e Mingardi, il presidente del Cocit Saccon, il direttore dell`Arpav Biancotto, il presidente del Codacons Veneto Conte.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox