fbpx
26 Marzo 2002

Ticket, proteste e soldi a palate

TURISMO Disagi e lamentele per l?entrata in servizio del pedaggio per l?ingresso a Venezia, ma alla fine il sistema tiene

Ticket, proteste e soldi a palate

Pagano anche i pullman in partenza da piazzale Roma, salta la gita dell?associazione malati del morbo di Parkinson



Venezia.
Informazione scarsa, segnaletica carente e tante, tante proteste dai conducenti dei torpedoni che ieri mattina hanno scoperto che, per entrare a Venezia, bisognava pagare 150 euro. Alla fine, però, parlano i risultati: nonostante i problemi dell`esordio, in dieci ore il Comune e Vesta (cui è stata affidata la gestione del servizio) hanno incassato 19 mila euro dai 154 pullman turistici intercettati ai quattro check in istituiti in poche ore ai Pili, alla Bazzera e all`uscita della Romea. Un risultato che il sindaco Costa, che con lo stato maggiore di Ca` Farsetti ha voluto verificare di persona la riscossione del «pedaggio», conta già di incrementare con l`estensione del ticket, subito dopo Pasqua, ai «lancioni» che portano i turisti in laguna.


Intanto infuriano le polemiche. Il ticket riguarda tutti gli autobus in arrivo a Venezia e quindi anche quelli che i residenti debbono prendere per le loro escursioni fuori porta, i quali necessariamente hanno la base in terraferma. Ieri ne hanno fatto le spese alcuni soci dell`Associazione parkinsoniana d`Italia. Il pullman che avrebbe dovuto prelevarli a piazzale Roma è stato intercettato come tutti gli altri e il conducente è dovuto tornare alla base. Così oggi i malati, per effettuare la loro gita, dovranno raggiungere Chirignago con i mezzi dell`Actv. A dire il vero, dopo le proteste del Codacons, in serata era arrivata la possibilità di una deroga ma è evidente che una correzione del provvedimento appare necessaria.


Dal fronte politico, raffica di bordate contro l`amministrazione. Galan ha definito il ticket «un odioso balzello», spalleggiato dall`assessore al turismo Pra. Scatenato il vicepresidente del Senato, Calderoli, che dopo aver parlato domenica di «dittatura rossa». Pieno appoggio alla linea Costa viene invece dal sindaco di Firenze, Domenici.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox