fbpx
28 Maggio 2019

Tiburtina I cantieri «perenni»

 

Il presidente di Codacons, sul ciclista ucciso il 18 sulla Tiburtina, ha dichiarato: «Chiediamo alla magistratura di accertare se la morte del ciclista sia in qualche modo riconducibile ai restringimenti di carreggiata e ai cantieri stradali presenti da anni su via Tiburtina, per lavori che non sembrano avviarsi a conclusione». Su quei cantieri, trascrivo parte di una mia lettera del 2006: «La Tiburtina è da anni un continuo cantiere. La popolazione è rassegnata, la prende come una calamità naturale. Cantieri eterni. Provate a passarci la mattina e fate caso a quanti operai vi lavorano. Alle volte 2 o 3. Spesso nessuno. Di tempo per osservare ne avrete quanto ne volete, giacché le macchine procedono a passo d’ uomo. Una volta ho allungato la mano dal finestrino e ho colto fiori di acacia e li ho offerti alla figlia che in questa città non ci vuole più vivere perché, riferisce, vivere a Roma è sempre più difficile». I cantieri sono ancora là. Mia figlia si è trasferita in un’ altra città. Carmelo Dini

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox