23 Settembre 2019

THOMAS COOK: CODACONS SCENDE IN CAMPO A TUTELA DEI TURISTI COINVOLTI

     

    ITALIANI CHE AVEVANO PRENOTATO VACANZE CON SOCIETA’ FALLITA POSSONO RIVOLGERSI ALL’ASSOCIAZIONE PER FAR VALERE I PROPRI DIRITTI

    Il Codacons scende in campo a tutela dei turisti italiani coinvolti nel fallimento del tour operator britannico Thomas Cook.
    Tutti coloro che si trovano all’estero tramite viaggi organizzati dalla società fallita e che non hanno informazioni sul rientro in Italia, possono contattare il Codacons per ottenere assistenza – spiega l’associazione, che in Italia è l’ente leader per la tutela dei diritti dei viaggiatori e che di recente ha avviato una partnership con Ryanair proprio per rafforzare i diritti dei turisti – Allo stesso modo chi ha acquistato pacchetti vacanza per viaggi futuri tramite Thomas Cook versando acconti o saldando totalmente gli importi dei contratti, può attivarsi tramite il Codacons per tutelare i propri diritti e avviare l’iter per ottenere il rimborso di quanto pagato.
    “Non sappiamo al momento quanti italiani siano coinvolti nel default, e invitiamo in tal senso il Ministero degli Esteri ad attivarsi per fornire informazioni ai connazionali che si trovano all’estero e sono interessati dal fallimento della società – spiega il presidente Carlo Rienzi – I turisti italiani coinvolti possono intanto contattare il Codacons per ottenere assistenza inviando una mail all’indirizzo info@codacons.it “

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox