3 Settembre 2020

TEST MEDICINA 2020: ANCORA DALLA PARTE DEGLI ESCLUSI!

    Come ogni anno si prevede una valanga di esclusi ai test di medicina, anche se il Paese è fortemente a corto di medici, come la drammatica recente emergenza sanitaria ha dimostrato. Per questo il Codacons si fa portavoce del disappunto degli sfortunati esclusi di cui sostiene le rivendicazioni organizzando un ricorso collettivo al TAR Lazio!

    I FATTI

    Come ogni anno è andata in scena il rito dei test di medicina: è accaduto di tutto e di più tra i banchi, dove molti candidati sembravano disposti davvero a tutto per passare la prova. In tantissimi hanno messo in discussione i risultati finali, che rischiano di essere gravemente macchiati da quanto accaduto nel corso della prova.

    IL NUMERO CHIUSO

    Al di là delle questioni specifiche, comunque, è proprio il sistema del “numero chiuso” a essere messo in discussione. All’estero, in molti casi, la selezione c’è ma viene “rinviata”: al termine del primo anno di studio (come accade in Belgio o in Francia) è prevista una prova per verificare lo stato delle conoscenze dei candidati. Il “numero chiuso”, insomma, non è affatto l’unica soluzione possibile. E non è un caso se questo sistema viene contestato in primis dagli studenti, che denunciano una grave lesione del diritto allo studio. Una buona parte degli aspiranti medici, peraltro, sceglie la via della “fuga” verso l’Est Europa e la Spagna, dove possono studiare indisturbati: certificando, ancora una volta, la perpetua crisi di sbarramenti e divieti d’accesso italiani.

    Ancora più incomprensibile, il numero chiuso, vista la situazione dei camici bianchi nel nostro Paese: il fabbisogno di medici che si registra negli ultimi anni, infatti, con continue segnalazioni di carenze di organico e tantissimi posti da coprire, rende davvero cervellotica la scelta di insistere su questo criterio di selezione.

    L’INIZIATIVA CODACONS

    Per contrastare la pratica obsoleta e scorretta del numero chiuso, che rappresenta un danno per gli studenti e per l’intero Paese, l’Associazione avvia un nuovo ricorso al Tar del Lazio per conto di tutti i candidati che non siano risultati utilmente collocati in graduatoria.

    Se sei tra loro, clicca qui per scaricare la modulistica di adesione al ricorso.

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox