15 Dicembre 2011

Tessera del tifoso illegittima Ma resta obbligatoria per andare in trasferta  

Tessera del tifoso illegittima Ma resta obbligatoria per andare in trasferta
 

MILANO – La «tessera del tifoso» deve cambiare pelle, non dovrà cioè essere più legata alle banche, ma rimane legittima e obbligatoria per andare in trasferta. Il Consiglio di Stato ha infatti stabilito che la modalità con cui oggi viene rilasciata la tessera, tanto osteggiata dagli ultrà, potrebbe rappresentare una pratica commerciale scorretta e ha ordinato al Tar del Lazio (che aveva respinto il primo appello) di fissare una nuova udienza e discutere nel merito il ricorso presentato da Codacons e Federsupporter. «La schedatura la facciano, ma senza oneri per gli appassionati» sintetizza Carlo Rienzi, presidente del Codacons. Qual è il problema? Per il Consiglio di stato «l’ abbinamento inscindibile tra il rilascio della tessera del tifoso e la sottoscrizione di un contratto con un partner bancario per il rilascio di una carta di credito prepagata potrebbe condizionare indebitamente la libertà di scelta del tifoso-utente e potrebbe pertanto assumere i tratti di una pratica scorretta ai sensi del Codice di consumo». In attesa che il Tar decida e che vengano studiate le nuove formule della carta (che comunque non in tutti i casi è collegata alle banche) la tessera rimane legittima e obbligatoria per andare in trasferta. L’ Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive puntualizza infatti che «la sentenza riguarda solo l’ abbinamento tra tessera e pagamento bancario ma non influisce sulla sua legittimità». L’ ex ministro degli Interni, Roberto Maroni, che aveva voluto fortemente la card , si augura adesso «che il governo confermi uno strumento che, al di là degli aspetti commerciali che sono gestiti direttamente dalle società, si è rivelato efficace per arginare il fenomeno della violenza negli stadi». Il ministro in carica Anna Maria Cancellieri, dice di avere «grande rispetto per tutte le sentenze. La leggeremo, ci penseremo e daremo le nostre risposte, vedremo cosa fare». Per non delegittimare (ulteriormente) lo strumento agli occhi dei tifosi, evitando malintesi in buona o cattiva fede, bisogna però intervenire con tempestività. Paolo Tomaselli RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox