11 Agosto 2006

TERRORISMO/ CODACONS: VOLO PER LONDRA?SI PUO`CHIEDERE RIMBORSO

TERRORISMO/ CODACONS: VOLO PER LONDRA?SI PUO`CHIEDERE RIMBORSO

Se non Londra, dove? A seguito degli attentati sventati in Inghilterra, l`Unità di crisi della Farnesina ha emesso una comunicazione che sconsiglia fino a nuova indicazione i viaggi nella capitale britannica. La soluzione prova a offrirla il Codacons, invitando chi aveva scelto il Big Ben come metà d`agosto a prendere in considerazione alcune opzioni alternative. In base alle “normative vigenti e alla consuetudine“, e fino a contrordine della Farnesina, i nostri connazionali in partenza possono richiedere e ottenere, assicura l`associazione dei consumatori, “il differimento del viaggio, l`imbarco su altre destinazioni o, se le prime due opzioni non fossero di gradimento, il rimborso di quanto dovuto“ “In caso di emergenze legate al terrorismo, infatti – ricorda il Codacons – la rinuncia non dipende dalla volontà del turista, quindi non sono previste penali. Se agenzie di viaggio o tour operator non sono in grado di operare la sostituzione del viaggio con una diversa meta a gradimento del turista sono tenute a restituire l`intera somma“. E nel caso in cui i tour operator non siano in grado di risarcire l`intera cifra, e l`estrema ratio suggerita dall`associazione, “i turisti possono fare ricorso all`Autorità giudiziaria“. “Il consumatore – conclude il Codacons – ha altresì diritto ad annullare in qualsiasi momento il viaggio prenotato, ma in casi diversi da quelli sopra descritti dovrà pagare all`organizzatore le penali previste dalle condizioni di contratto, salvo la possibilità di farsi sostituire da un`altra persona“.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox