24 luglio 2017

Terremoto, è tregua nel Centro Italia

ROMA. Notte senza scosse di terremoto rilevanti nel Centro Italia. Tra le sette registrate la scorsa notte dall’ Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, solo due hanno avuto magnitudo superiore a 2: la più forte 8 stata a 00:29 con magnitudo 2.3 ed epicentro tra Assisi e Camerino. Non si sono registrati danni a persone o cose. A Castelluccio si 8 celebrata la festa più importante dell’ anno, il patrono San Vincenzo Ferreri. Sono circa 250 le persone originarie del piccolo borgo terremotato tornate per l’ occasione. «Per la prima volta dopo il sisma del 2016 tutti i castellucciani sono tornati a “casa”, perché anche loro vogliono far sentire la loro vicinanza», ha commentato Tonino Conti, uno dei ristoratori presenti sotto la grande tensostruttura montata per permettere alle attività che esistevano prima del terremoto di ricominciare a lavorare. Intanto, da un terremoto all’ altro. Per quello verificatosi in Grecia e Turchia arriva la denuncia del Codacons che sta ricevendo centinaia di richieste di aiuto da parte di utenti che, dopo aver acquistato viaggi con destinazione Kos e zone colpite dal recente sisma, si vedono rifiutare da agenzie di viaggio e tour operator cambi di destinazione o rimborsi dei pacchetti vacanza. «Il terremoto che ha colpito Grecia e Turchia sta portando molti turisti italiani a disdire i viaggi in tale area, previsti per i prossimi giorni e per agosto – spiega il presidente Carlo Rienzi – Una paura, quella dei viaggiatori, pienamente giustificata, considerato che il fine di una vacanza 8 lo scopo di piacere, inteso come relax, riposo, svago e divertimento, fattori che vengono meno se un determinato paese 8 colpito da un sisma e da prolungate scosse di assestamento». Rienzi sottolinea che «agenzie di viaggio e tour operator non possono in nessun caso rifiutare di accogliere le richieste dei viaggiatori e devono trovare soluzioni alternative, cambiando meta o rimborsando interamente il costo dei pacchetti vacanza. Su tale questione si 8 già espressa la Corte di Cassazione riconoscendo i diritti degli utenti». Un’ altra polemica che si innesta su un avvenimento che ha destato paura in chi lo ha vissuto da vicino.