30 settembre 2016

Terremoto: Amatrice, Codacons si costituisce parte civile

Terremoto: Amatrice, Codacons si costituisce parte civile

(AGI) – Amatrice, 30 set. – Dura critica del Codacons di Rieti all’istanza presentata dai legali del Comune di Amatrice per chiedere la partecipazione di consulenti individuati dall’Ente agli accertamenti tecnici sulle strutture finite sotto inchiesta dopo i crolli del terremoto del 24 agosto di Amatrice e Accumoli. Il presidente provinciale dell’associazione a tutela dei consumatori, Carlo Rienzi, bacchetta come “incompatibile” la presenza dei tecnici comunali negli accertamenti dei periti designati dalla Procura della Repubblica di Rieti. “Contestiamo formalmente la richiesta avanzata dal Comune di Amatrice – dice Rienzi – l’eventuale presenza dei consulenti del Comune di Amatrice nell’inchiesta appare del tutto incompatibile, e pertanto da escludere a priori. Questo perche’ le indagini devono fare luce a tutto campo, accertando anche eventuali responsabilita’ dell’amministrazione comunale sul fronte sicurezza degli immobili, e la presenza dei periti del Comune non appare in tal senso giustificata”. “Come Codacons – prosegue il presidente provinciale – intendiamo invece partecipare alle operazioni di consulenza e, tal fine, ci costituiamo parte offesa nel procedimento, a tutela dei cittadini danneggiati dal terremoto. Chiederemo dunque l’inserimento dei nostri ingegneri nelle indagini della magistratura”. (AGI) Ri1/mld