4 Giugno 2002

Televendite, regole anti-truffa




REGOLE più certe per le televendite: oggi a Roma sarà firmato il codice di autoregolamentazione, sottoscritto dai rappresentanti delle emittenti tv nazionali e locali, alla presenza del ministro delle Comunicazioni, Maurizio Gasparri. Il testo è quello varato dalla commissione per l` assetto del sistema radiotelevisivo, presieduta da Adalberto Baldoni.
Il codice sancisce limiti alle televendite di quei beni e servizi di astrologia, di cartomanzia e relativi a pronostici su Lotto, Enalotto, Superenalotto, Totocalcio, Totogol, Totip Lotterie e Giochi Similari che possono indurre in errore il pubblico televisivo, sfruttandone la credulità, la superstizione e la paura.
«Il codice – secondo Marco Rossignoli dell`Aeranti-Corallo che rappresenta le imprese radiotelevisive locali – garantisce sia gli utenti che gli editori televisivi. È ora auspicabile – aggiunge – che anche gli altri mezzi di comunicazione adottino regolamenti analoghi». E infatti nella premessa del codice è contenuto un appello alle imprese editrici della carta stampata affinchè provvedano a definire un codice di autoregolamentazione per la pubblicità.

La novità più rilevante è la costituzione di un comitato di controllo, organismo paritetico formato da rappresentanti delle aziende televisive nazionali e locali, pubbliche e private, da rappresentanti delle istituzioni e dei comitati regionali per le comunicazioni. Ed è proprio il comitato di controllo l`organo che ha il compito di adottare i provvedimenti in caso di violazione del codice. Ma i consumatori non ci stanno. Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori hanno minacciato di impugnare davanti al Tar Lazio il codice di autoregolamentazione se non verranno fatte le modifiche che hanno richiesto. I consumatroi obiettano che «mancano efficaci misure sanzionatorie». Inoltre contestano la partecipazione nell?organo di controllo e sanzione dei controllati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox