23 Maggio 2003

Telemarket, 10 acquirenti si sono costituiti parte civile

Telemarket, 10 acquirenti si sono costituiti parte civile


Con loro associazioni consumatori e camera commercio





Con la costituzione di parte civile di Codacons, Federconsumatori, Camera di commercio di Bari e di una decina di acquirenti che si ritengono truffati è cominciata l?udienza preliminare nei confronti di Giorgio Corbelli, di 48 anni, ex presidente del Napoli calcio e di «Telemarket spa». Corbelli, assieme ad altre 12 persone, è imputato nell?inchiesta sulla presunta falsificazione e messa in commercio di 27.000 serigrafie di Michele Cascella tramite i canali televisivi e le attività commerciali di «Telemarket spa» e «Telemarket 2». Nell?ambito delle indagini, il 13 marzo 2002, Corbelli fu arrestato, assieme ad altre otto persone; fu scarcerato il 30 marzo successivo.
Nell?udienza, celebrata davanti al gup del Tribunale di Bari Daniela Rinaldi, i difensori di Corbelli e di Pierpaolo Cimatti, di 53, hanno depositato alcune consulenze di parte che – a dire della difesa – attesterebbero che le serigrafie sono state realizzate sotto la supervisione del maestro Cascella che, sempre secondo la difesa, ha firmato personalmente le opere. Per esaminare il contenuto delle consulenze il pm inquirente, Roberto Rossi, ha chiesto un termine: l? udienza è stata aggiornata al 9 ottobre. In quella data la difesa dovrebbe eccepire su alcune costituzioni di parte civile.
Corbelli è accusato di essere stato capo, promotore e organizzatore dell?associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione di litografie. Secondo l?accusa, che ha chiesto il rinvio a giudizio, lo stesso ruolo di promotore del sodalizio criminale lo aveva Cimatti, all?epoca dei fatti socio di maggioranza della «Torcular spa», amministratore unico della «Monte Titano Arte srl» e socio occulto di «Telemarket spa».
Oltre a Corbelli e Cimatti, sono imputati di associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione delle opere pittoriche, alla truffa ai danni di migliaia di acquirenti, alla ricettazione e riciclaggio delle serigrafie, Anna Cascella, di 73 anni, figlia del maestro Cascella; Paolo Paoli, di 55, che avrebbe stampato le false serigrafie; Werther Corbelli, di 48, che avrebbe gestito per conto del sodalizio le società sammarinesi del gruppo; Giorgio Gnudi, di 48, responsabile delle trasmissioni di «Telemarket 2 srl» e institore con ampi poteri di «Telemarket spa» e socio di «Video Emme srl»; Maria Casarin, di 54, amministratore unico di «Telemarket 2»; Jan Arnoud Booy, di 32, amministratore unico della società in liquidazione «Traservice srl», riconducibile, secondo il pm, a «Telemarket 2».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox