18 Settembre 2008

Taxi più cari. I consumatori: stangata inaccettabile

 E dal prossimo anno rincari "automatici" legati all’inflazione e alla qualità del servizio I primi aumenti subito, appena saranno aggiornati i tassametri. La tratta da Milano a Malpensa balza da 70 a 85 euro (+21,4%), lievitano tutte le corse a costo fisso e il prezzo a chilometro in città sale da 0,95 a 0,98 euro. Dal 2009 all’Expo, invece, sarà una "scala mobile" dei taxi a definire i rincari: un tot ogni anno calcolato su inflazione e parametri di qualità. Su questi punti la Regione ha firmato l’accordo coi Comuni e i sindacati dell’auto bianca. "Abbiamo concesso molto " ammette l’assessore alla Mobilità, Raffaele Cattaneo: "E però abbiamo scongiurato due scioperi (uno oggi e l’altro all’inaugurazione dei mondiali di ciclismo a Varese, ndr) e condiviso una novità epocale, un meccanismo automatico di adeguamento dei prezzi legato alla qualità". "Molto", per AssoConsumatori, diventa troppo: "Una stangata ingiustificata e inaccettabile ".  Così il Codacons: "Costa meno andare a Napoli in Eurostar o a Helsinki in aereo che a Malpensa in taxi, roba da pazzi ". Il Pd parte all’attacco: "Il Pirellone ha ceduto alle lobby". Chiosano i Verdi: "Un accordo sulla pelle dei turisti". Doveva arrivare a luglio, è stato concordato ieri, in ritardo di due mesi. L’adeguamento tariffario (3,5 per cento totale, 2,5 reale) consente ai tassisti di recuperare "in parte" inflazione e caro-benzina. "Un compromesso onorevole" commentano Satam, Confartigianato e Unione artigiani. Resta invariata, per ora, la tariffa di bandiera, cioè il prezzo di partenza del tassametro – 3 euro di giorno e 6,10 di sera – ma sarà ritoccato di circa 25 centesimi ogni due anni. Quattro i parametri di qualità: conoscenza di una lingua straniera, bancomat a bordo, motori ecologici e disponibilità del servizio. Alla fine, hanno firmato 19 sindacati su 22. Ha lasciato il tavolo, tra gli altri, Raffaella Piccinni (Sitp-Sal): "Questi indici sfavoriscono la categoria ". Giovanni Maggiolo (Cgil) ha firmato l’intesa ma attacca l’assessore Cattaneo: "Ha privilegiato gli interessi degli operatori di Varese" – sua città e bacino elettorale – a scapito di quelli di Milano. Sono stati i tassisti i Malpensa, per altro, a tenere in scacco la trattativa fino all’ultimo. Loro, adesso, sono "soddisfatti". Molto meno i colleghi milanesi: "Questa tariffa fissa è un regalo, 85 euro non si giustificano, gli utenti pagano il viaggio quattro volte". La polemica è servita. Per Edoardo Croci, assessore comunale alla Mobilità, "l’intesa garantisce trasparenza". Marcello Saponaro, consigliere dei Verdi, è netto: "Non si fa una trattativa per "scongiurare uno sciopero", così vince il partito della protesta". Pierfrancesco Maran (Pd) ricorda che "avevamo già i taxi più cari d’Europa…". In compenso, nei prossimi mesi, la Lombardia avrà 28 nuove licenze. Uno 0,5% di auto in più. Armando Stella I percorsi "fissi" Quindici euro in più sulla tratta Milano-Malpensa Rincari anche per la Fiera di Rho e lo scalo di Linate I nuovi standard Futuri rincari calcolati su auto ecologiche, lingue straniere, disponibilità del servizio e bancomat.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this