25 Gennaio 2011

Taxi più cari. “Colpa della liberalizzazione”

Aumenti delle tariffe taxi promossi, via ai rincari. La «commissione di congruità» nominata dal Campidoglio ieri ha espresso parere positivo sul nuovo piano tariffario delle auto bianche. A risultare decisivo ai fini del giudizio, più che l’ aumento dei costi di gestione (assicurazione, benzina, pezzi di ricambio), è stato un aspetto al quale i quattro «saggi» hanno dato molto peso: l’ introduzione delle duemila nuove licenze decisa da Veltroni nel 2007 avrebbe determinato un calo del giro d’ affari per i tassisti pari al 30%, calcolato in termini di «minore chilometraggio» (da 50 mila a 35 mila km l’ anno). Con ok dei tecnici, dunque, si chiude una partita iniziata quasi un anno fa, che ha acceso lo scontro politico e suscitato la reazione dei consumatori. Proprio ieri il Codacons ha annunciato l’ ennesimo ricorso al Tar, stavolta contro i criteri adottati dalla «commissione di congruità» . A questo punto le nuove tariffe (l’ aumento medio è del 28%) sono davvero all’ ultima curva. Per l’ entrata in vigore mancano due passaggi tecnici e procedurali: una «presa d’ atto» in giunta, che potrebbe arrivare già domani, e l’ aggiornamento dei tassametri, che richiederà due o tre settimane. A PAGINA 3 Servizio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this