fbpx
10 Dicembre 2010

TAXI: CODACONS AL TAR CONTRO LA PROROGA SUI TEST ANTIALCOL E ANTIDROGA

    DA COMUNE E TASSISTI SCHIAFFO A DUE MANI AGLI UTENTI

    Il Codacons impugnerà al Tar del Lazio la proroga dei termini per l’entrata in vigore dei test antidroga e antialcol per i tassisti della capitale.
    Con la delibera n. 55 del 17 giugno scorso – spiega l’associazione – venivano introdotti a partire dal 31 dicembre 2010 test obbligatori in capo ai conducenti dei taxi. Un provvedimento che assicurava maggiore sicurezza stradale e forniva garanzie agli utenti del servizio.
    Si apprende ora di una proroga di un anno dei termini, decisa per oscuri motivi dall’assessore alla mobilità Sergio Marchi, decisione che farà slittare i controlli sanitari a gennaio 2012.
    Questa proroga rappresenta uno schiaffo agli utenti, sferzato a due mani da Comune e tassisti – sostiene il Codacons – Mentre infatti ai taxi sono stati concessi gli aumenti delle tariffe, l’unico provvedimento a favore dei cittadini (i test antidroga e antialcol appunto) viene rinviato alle calende greche. E alla base di tale proroga non sembra esserci giustificazione plausibile: i costi dei controlli sanitari, infatti, possono essere ampiamente recuperati dai tassisti grazie agli esorbitanti rincari tariffari concessi dal Comune.
    Quando c’è di mezzo la sicurezza stradale – conclude il Codacons – provvedimenti simili andrebbero sostenuti da tutte le parti in causa. Per tali ragioni chiederemo al Tar del Lazio di bocciare la proroga dei termini decisa dall’Assessore Marchi.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox