9 Aprile 2011

Taxi, arriva la stangata Da luglio i rincari “Il servizio è migliorato”

Taxi (ancora) più cari. La Regione ha firmato ieri il piano di aumenti per le auto bianche, al termine di un vertice al veleno tra l’ assessore Raffaele Cattaneo e sotto la minaccia di sciopero dei sindacati. La stangatina scatterà il 1 ° luglio: il costo a chilometro sale del 2,58%(da 1 euro a 1,02 e spiccioli), vengono ritoccate di 15 centesimi le tabelle d’ inizio corsa serali e festive (la «bandiera» passa da 6,10 a 6,25 euro e da 5,10 a 5,25 euro) e salgono di 5 euro le tariffe fisse Milano-Malpensa (95 euro), Linate-Malpensa (100 euro) e Malpensa-Fiera (65 euro). I rincari «automatici» , previsti dall’ intesa del 2008 tra la Regione e le associazioni, sono calcolati sull’ inflazione (3,23%) e misurati su quattro obiettivi di qualità. E i 5.300 tassisti del bacino aeroportuale milanese hanno rispettato tre parametri su quattro: conoscenza di una lingua straniera (il 50,1%dei conducenti), parco auto ecologico (il 60,4%dei veicoli) e presenza in vettura del pos-bancomat (44,7). Nell’ ultimo anno è però peggiorato il dato sulla «disponibilità del servizio» : meno di un tassista su due ha lavorato 250 giorni in un anno. Per l’ assessore ai Trasporti non ci sono altri margini di trattativa: «Abbiamo applicato l’ intesa» . Alla quarta ora di confronto, ieri, Cattaneo s’ è alzato dal tavolo: «Se i tassisti non sono d’ accordo, facciano quel che vogliono» . Le sigle di categoria hanno «denunciato l’ abbandono unilaterale» della trattativa e minacciato «di individuare le azioni sindacali più opportune» . Tradotto: non sono soddisfatti, si preparano allo sciopero. Tra i nodi irrisolti, segnalano gli artigiani milanesi, c’ è la riorganizzazione dei posteggi e del servizio di presa in carico dei passeggeri agli aeroporti di Malpensa e Linate. Sea ha illustrato ieri il nuovo sistema di controllo con sbarre e telecamere. La Regione ha sposato i progetti: «Più trasparenza, meno furbi» . Ma i tassisti protestano: «Sea chiede 1 euro per ogni accesso ai posteggi» . Insorge il Codacons: «I rincari sono l’ ennesimo regalo alla lobby dei tassisti» . A. St. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox