27 Novembre 2014

Tavecchio-Conte adesso decide il Tar

Tavecchio-Conte adesso decide il Tar

Il prossimo 2 dicembre il Tar del Lazio sarà chiamato a pronunciarsi sul ricorso presentato dal Codacons il mese scorso (dopo l’ annuncio di agosto), contro l’ elezione di Carlo Tavecchio a presidente della Figc e contro la nomina di Antonio Conte a ct della Nazionale. I tre giudici della sezione Terza quater, con il presidente Italo Riggio e il consigliere relatore Giulia Ferrari, magistrati da anni specializzati in materie “calcistiche”, dovranno decidere sulla immediata sospensione dalle rispettive cariche dei due massimi dirigenti federali, uno per l’ area politica, l’ altro per l’ area tecnica. Un procedimento che riaccende i riflettori su tutta una serie di questioni che intralciano da mesi il già non facile cammino della nuova governance di via Allegri. In via Flaminia a Roma, martedì prossimo ci sarà un gran via vai di avvocati, dato il fatto che l’ azione legale del Codacons ha coinvolto non solo Tavecchio e Conte, come singoli, e Figc e Coni ma anche le quattro Leghe, Asso arbitri, Assoallenatori e Asso calciatori, ovvero le sette componenti che nell’ agosto scorso parteciparono all’ Assemblea che elesse a maggioranza l’ erede di Abete. Insomma un’ azione spettacolare, ancor più di quanto in genere è solito fare Carlo Rienzi, da anni motore del Coordinamento delle associazioni e dei comitati di tutela dell’ ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. Per parte sua, la Figc aspetta l’ appuntamento con sereni tà, come filtra da via Allegri. La memoria difensiva curata dall’ avvocato Galavotti è già pronta e tutti confidano in una soluzione positiva della vicenda, ritenendola solo frutto di una logica “esibizionistica” da parte del ricorrente, per altro già altre volte stoppato nelle proprio iniziative censorie nei confronti del calcio. IL RICORSO. Ma quali sono le ragioni portate da Rienzi per armare la sua azione? I temi toccati nelle 22 pagine del ricorso sono molteplici. Dopo una dettagliata ricostruzione delle cronache dello scorso agosto, si afferma che le «nomine in questione risultano assolutamente illegittime, perché non rispettose del ruolo dei tifosi (…) nonché irrispettose del generale principio di spending review». L’ atto prosegue con una lunga valutazione sulla natura giurisdizionale e di Diritto della Figc, vista come associazione di natura privatistica con funzione pubblica derivatale dal rapporto con il Coni, per arrivare a contestare la nomina del presidente federale per «assenza di meritocrazia, omissione del coinvolgimento della categoria rappresentativa dei tifosi e dell’ esame del programma elettorale alla luce del rilievo del ruolo dei tifosi». In questo senso un riferimento sottolineato è quello che ricorda come «sia l’ Unione Europea che l’ Uefa stanno indirizzando ai governi europei e alle federazioni di riferimento “progetti aziendali” riguardan ti i “supporters trust”». I NODI. E dall’ Europa il Coda cons prende materia per l’ attacco più duro, quello legato al caso Optì Poba. Con riferimenti statutari, Rienzi sostiene che «appare evidente che stante il ruolo del Presidente Federale si impone che il soggetto che lo rivesta sia sempre e comunque pienamente eleggibile e caratterizzato sempre e comunque da una sobrietà ed assenza di condanne incidenti sul rispetto dei requisiti di eticità». Requisito mancante adesso, secondo il ricorso, dopo che Uefa lo ha dichiarato ineleggibile per i prossimi sei mesi nelle proprie commissioni. Per tutte queste ragioni, per il Coda cons, Tavecchio era ineleggibile. A tutto questo si aggiunge il capitolo Conte. Essendo stato indicato da un soggetto senza i requisiti necessari, la sua nomina diventa nulla, si legge. In più, secondo Rienzi, bisogna aggiungere la violazione dei canoni di eticità e sobrietà data la condanna e la conseguente squalifica subita dall’ attuale ct, il cui ingaggio, nella forma e nella sostanza, rappresenta «l’ elusione dei principi di spending review».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox