6 Aprile 2010

Tasse sul carburante

 Il Codacons ha chiesto il sequestro delle pompe per l’ aumento dei prezzi dei carburanti. Sulle denunce inoltrate alle 104 Procure dovrebbero anche trovar posto, a parer mio, tutta una serie di soggetti. Innanzitutto il ministero delle Finanze e la relativa agenzia delle Entrate. Questi non possono far finta di non vedere che mentre il costo del barile di petrolio (calcolato in euro) rimane costante, e forse addirittura cala, i proventi da Iva e accise (rigorosamente proporzionali al prezzo finale) continuano a salire.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox