9 Aprile 2015

TASSE: IN 20 ANNI QUELLE LOCALI CRESCIUTE DEL +277%

TASSE: IN 20 ANNI QUELLE LOCALI CRESCIUTE DEL +277%

RISPETTO AL 1994 SPESA PER TRIBUTI LOCALI AUMENTATA DI 77 MILIARDI DI EURO, +3.205 EURO A FAMIGLIA

GLI ENTI LOCALI HANNO RISPOSTO AI TAGLI AUMENTANDO ABNORMEMENTE LE TASSE. MA I SERVIZI SONO DIMINUITI

Un vero e proprio grido d’allarme quello che arriva oggi dal Codacons sul fronte della pressione fiscale.
In Italia – denuncia l’associazione – tra il 1994 e il 2014 i tributi locali richiesti ai cittadini sono aumentati del 277%, portando ogni singola famiglia a spendere in 20 anni mediamente 3.205 euro in più a livello di tasse.
Nel 1994, infatti, i contribuenti italiani hanno versato 27,776 miliardi di euro a titolo di tasse locali. Nel corso degli anni la pressione fiscale si è inasprita a livelli insopportabili, al punto che nel 2014 le famiglie hanno versato per i tributi locali complessivamente 104,7 miliardi di euro (per una media di 4.362 euro a famiglia). In soli 20 anni, quindi, i cittadini hanno pagato quasi 77 miliardi di euro in più solo per tasse e imposte locali.
“E’ una vergogna – attacca il Presidente Carlo Rienzi – gli enti locali, invece di ridurre sprechi e di intervenire sui costi, hanno reagito ai tagli decisi dell’amministrazione centrale aumentando la pressione fiscale. Al contempo, però, i servizi resi ai cittadini non solo sono diminuiti, ma sono anche peggiorati. In sostanza, si paga di più per ricevere sempre meno”.
“Per tale motivo lanciamo oggi un grido d’allarme, e chiediamo al Governo di intervenire per evitare che gli enti locali proseguano nella folle corsa al rialzo delle tasse, attuando un federalismo fiscale dissennato che ha portato ad un grave impoverimento delle famiglie” – conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this