21 Maggio 2014

Tasi, in città il pagamento sulla prima casa resta fissata a dicembre

Tasi, in città il pagamento sulla prima casa resta fissata a dicembre

VERONA – «Quelli continuano a cambiare idea, se non creasse tanti problemi, ai contribuenti ed anche a noi, ci sarebbe quasi da riderne». L’ assessore comunale al Bilancio, Pierluigi Paloschi, allarga le braccia con aria rassegnata. Sul tavolo ha gli articoli di giornale che spiegano l’ ennesimo contrordine arrivato dal governo sul pagamento della Tasi. L’ ultima novità (almeno per ora) è il rinvio del pagamento della prima rata dal 16 giugno al 23 settembre, per tutti i Comuni che non fissino le aliquote entro il 23 maggio. Ovvero entro dopodomani. E poiché questa settimana non ci sarà la consueta riunione di giunta, è ovviamente impossibile che Verona possa farlo. Paloschi non esclude del tutto («anche se mi sembra improbabile» dice) che ci sia un’ ulteriore complicazione: la Tasi sulla prima casa è infatti fissata per tutti entro il 16 dicembre. Ma c’ è il rischio che il governo decida di far pagare anche questa tassa in due rate, facendo scadere la prima appunto in settembre. Improbabile, spiega l’ assessore. Ma per essere sicuri, anche gli uffici di palazzo Barbieri preferiscono aspettare di leggere il testo ufficiale della proroga decisa dal governo (anche loro infatti, finora, hanno solamente letto le notizie apparse sui giornali). In Veneto, finora, solo 124 Comuni in tutta Italia hanno fissato l’ aliquota per la prima casa, e sono quasi tutti Comuni minori. Secondo una preziosa tabella preparata e resa pubblica dalla Uil del Veneto, l’ unico capoluogo ad aver deciso è Vicenza che ha fissato l’ asticella al 2,8 per mille per immobili con rendita catastale tra i 400 euro e i mille euro, e al 3,3 per mille per immobili con rendita catastale oltre i mille euro. L’ aliquota più alta, finora, è quella di Pontelongo, in provincia di Padova, che ha fissato il 3,1 per mille. Diversi Comuni hanno scelto invece l’ aliquota zero, e tra essi i veronesi Lavagno, Marano di Valpolicella e Peschiera del Garda. In tutto, i Comuni veronesi che hanno già fissato l’ aliquota sono 18 su 98, e meritano la citazione: sono Affi, Brenzone, Bussolengo, Castelnuovo, Cazzano di Tramigna, Cerro, Fumane, Lavagno, Marano, Pastrengo, Peschiera, Povegliano, Roverè, Salizzole, San Giovanni Ilarione, San Zeno di Montagna, Sant’ Anna D’ Alfaedo e Valeggio sul Mincio. Tornando al capoluogo, riepiloghiamo adesso le scadenze: La Tasi sulla prima casa andrà pagata entro il 16 dicembre. La Tasi sugli immobili diversi dall’ abitazione principale si potrà pagare invece in due rate: la prima scadrà in settembre. La seconda in dicembre. La proroga governativa ha già sollevato polemiche. Il Codacons, associazione dei consumatori, protesta per la situazione di disuguaglianza che si è venuta a creare: «Alcuni pagheranno la Tasi entro il 16 giugno (quelli dei Comuni che hanno già fissato le aliquote) mentre altri avranno tempo fino al 16 settembre, senza alcun valido motivo che giustifichi questa differenza, – ha tuonato il presidente dell’ associazione, Carlo Rienzi – ed un simile provvedimento viola la Costituzione, che sancisce l’ assoluta uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge». Il Codacons sta perciò studiando le possibili azioni legali contro quella che definisce «una misura ingiusta che crea disparità di trattamento tra i cittadini, per causa imputabili unicamente alla pubblica amministrazione». Un’ altra polemica riguarda il fatto che il conto della Tasi sulla prima casa, per alcuni Comuni risulterà più salato dell’ Imu. A Milano, ad esempio, si pagherà più della vecchia Imu mentre a Roma si pagherà di meno. Su questo punto, il Comune di Verona assicura che qui non si pagherà di più. Ma anche qui, per dirlo con certezza, meglio aspettare di vedere la delibera ufficiale, che la giunta Tosi dovrebbe varare all’ inizio di giugno e in ogni caso, obbligatoriamente, prima di varare il bilancio previsionale 2014. Lillo Aldegheri RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox