21 Febbraio 2010

“Tarsu, restituite il 30% ai cittadini di Caserta”

CASERTA – «Il Comune di Caserta nel 2009 con la Tarsu ha incassato un milione e quattrocentonovantacinquemila euro in più rispetto a quanto preventivato. Si tratta di un guadagno indebito che va restituito ai cittadini». La denuncia arriva dal presidente del Codacons, Maurizio Gallicola, che sta già valutando la possibilità di chiedere, per i residenti della città capoluogo, la restituzione della somma. «Un risparmio tanto sostanzioso – spiega Gallicola – avrebbe dovuto automaticamente tramutarsi in un rimborso per i contribuenti, perché la normativa vigente non consente ad unente pubblico di guadagnare nella gestione del servizio: si può coprire solo il costo sostenuto. Nei prossimi giorni formalizzeremo una richiesta ufficiale per i rimborsi. Se non sarà accettata saremo costretti ad adire le vie giudiziarie. Ci rivolgeremo alle commissioni tributarie e chiederemo pure il riconoscimento degli sconti previsti dal regolamento comunale per l’ attuazione della differenziata: credo che alla fine i cittadini potranno riavere indietro circa il 30% di quanto versato lo scorso anno». Il presidente del Codacons indica sia le delibere di giunta dalle quali ha desunto le informazioni (63,64 e 148 del 2009) che il conteggio economico: «A fronte di una previsione pari a 16.504.782,61 euro, vi è stata una riduzione che ha comportato una spesa di 15.009.782,61 euro. Ecco il risparmio di 1.495.000 euro. Il risultato è che le entrate hanno coperto il 110% dei costi finali complessivi, ovvero che i contribuenti casertani hanno pagato il dieci per cento in più diquanto effettivamente speso dal Comune». L’ assessore alle Finanze Giovanni Marrone, tuttavia, respinge con durezza questa ipotesi: «Non capisco come il presidente del Codacons abbia potuto avventurarsi fino a fornire cifre del genere – dice – visto che quelle vere si possono avere solo col consuntivo e al momento non è stato ancora approvato. Anzi, a dire il vero, non abbiamo nemmeno cominciato l’ elaborazione del documento, per cui è matematicamente impossibile anche che abbia potuto ottenerle per vie diverse. Delle due l’ una, quindi: o ha la palla di vetro, o sono del tutto campate in aria. In ogni caso quello che mi preoccupa che si possano prendere in giro i cittadini. Magari perché si hanno obiettivi diversi».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox