fbpx
12 Dicembre 2010

Tarsu 2009

Un documento comune sulla Tarsu 2009 sarà redatto dalle associazioni che hanno preso parte al seminario di approfondimento promosso da Palazzo di Città, Altrabenevento, Codacons, Cittadinanzattiva, Cittadini in Comune, Codici, Io per Benevento ed al quale hanno partecipato anche Federconsumatori, Movimento Difesa dei Consumatori, Lega Consumatori. L’incontro è stato aperto dall’intervento di Antonio Medici (Palazzo di Città) che ha ricordato i motivi di contestazione dell’aumento del 72% della Tarsu 2009, già oggetto del dossier presentato a maggio scorso, ed approfondito i profili di illegittimità della delibera con cui la Giunta ha determinato quell’aumento. Si sono poi succeduti gli interventi di Luongo (Mdc), Ascione (Lega Consumatori) e Mucci (Federconsumatori) che hanno riferito in merito alla discussione avutasi nella mattinata in Commissione Finanze, ove il presidente, Zarro, il delegato dell’Asia De Falco, e gli altri consiglieri hanno chiesto altro tempo per fornire precisazioni documentate in merito ai costi del servizio di raccolta rifiuti per il 2009. Un atteggiamento stigmatizzato duramente da Gabriele Corona (Altrabenevento). Quanto alle iniziative da intraprendere Martino (Codici) ha prospettato l’ipotesi di una diffida all’ente in base alle norme dello statuto comunale, mentre Di Bernardo (Cittadini in Comune) ha evidenziato anche le criticità della Tarsu 2010. All’incontro ha partecipato anche Nicola Boccalone, in veste di avvocato tributarista e non di consigliere. Egli ha prospettato, alla luce di recentissimi orientamenti giurisprudenziali, l’ipotesi di un ricorso collettivo contro la Tarsu 2009 e l’opportunità dell’impugnativa del bilancio consuntivo 2009 del Comune. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox