fbpx
1 Aprile 2019

Tariffe rc auto: guerra di cifre tra consumatori e Ania

 

Le tariffe rc auto ricominciano la corsa al rialzo. Lo afferma il Codacons, contestando i dati diffusi dall’Ania secondo cui nel periodo 2012-2018 sui sarebbe registrata una diminuzione del 25% del costo delle polizze.

“Se è vero che negli ultimi anni si è assistito ad una progressiva riduzione delle tariffe rc auto, è altrettanto vero che nell’ultimo periodo i prezzi delle polizze assicurative hanno ripreso a salire, registrando rincari su tutto il territorio – afferma il presidente Carlo Rienzi –. In base agli ultimi dati ufficiali dell’Ivass, infatti, le tariffe hanno registrato nel III trimestre del 2018 un incremento del +1,9% su base trimestrale, un trend che purtroppo conferma la tendenza al rialzo dell’rc auto avviata già dalla metà dello scorso anno (+0,5%) e che proseguirà nel corso del 2019”.

“Il virtuoso cammino verso il ribasso delle tariffe rc auto si è di fatto interrotto, e permangono ingiustificate differenze di prezzo su base territoriale – prosegue Rienzi – Basti che pensare che a Napoli per assicurare una autovettura si spendono mediamente 633,5 euro; ad Aosta ne bastano appena 303”.

Secondo i dati diffusi da ANIA il costo delle assicurazioni auto cala nel 2018 per il sesto anno consecutivo, anche se a ritmi meno intensi rispetto agli ultimi anni, tanto che, secondo le statistiche sulla raccolta premi, nel periodo 2012-2018 i prezzi praticati dalle compagnie assicuratrici sono diminuiti praticamente di un quarto.

Nel dettaglio, lo scorso anno il calo stimato è stato dell’1%, contro il -2,8% del 2017 e i picchi di -6,1% e -6% registrato nel 2015 e nel 2014.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox