23 Maggio 2019

«Tariffe idriche illegittime per quattro milioni di euro»

NELLA campagna per le Comunali che domani vedrà l’ ultimo atto prima del voto di domenica (sabato, ricordiamo c’ è il silenzio elettorale) irrompe anche il Codacons che lancia un appello ai quattro candidati alla carica di sindaco della città su un tema particolarmente a cuore della comunità vibonese: le tariffe idriche, spesso soggette a lamentele da parte della popolazione per via dell’ elevato costo. Un argomento, secondo l’ associazione di tutela dei consumatori che allo stato è rimasto quasi sullo sfondo del dibattito politico e che ha portato il sodalizio stesso ad annunciare un’ iniziativa mirata a coinvolgere gli abitanti del capoluogo e delle frazioni. Per parte nostra, nei vari forum con gli aspiranti amministratori di palazzo Razza che stiamo pubblicando in questi giorni, abbiamo sollecitato risposte alle giustificate doglianze della cittadinanza. Ad ogni modo, il Codacons, ha posto anch’ egli una serie di quesiti ai candidati sindaci partendo da un dato: «Quello elle tariffe idriche è stato un tema troppo sottovalutato in questa campagna elettorale e così abbiamo ha deciso di svelare le somme che i cittadini di Vibo hanno pagato in più per i canoni idrici. Somme che – spiega il presi dente nazionale Francesco Di Lieto sarebbero state fatturate in maniera illegittima da parte di Sorical e, quindi, sarebbero state spalmate, nel corso degli anni, sulle bollette inviate alla popolazione». Il sodalizio, invita, pertanto Francesco Belsito, Maria Limardo, Stefano Luciano e Domenico Santoro ad «impegnarsi, una volta eletti, ad agire per tutelare gli interessi dei cittadini ed accertare l’ illegittimità delle tariffe». Sempre il Codacons si dice «pronto a sostenere la futura amministrazione perché parliamo di ben quattro milioni di euro richiesti agli utenti di Vibo in maniera illegittima». Intanto, in attesa delle risposte da parte degli aspiranti amministratori del palazzo municipale, il Codacons ha preannunciato una raccolta firme a corredo di una petizione per chiedere la corretta determinazione delle tariffe: «Adesso – viene rilevato ancora dal presidente Di Lieto – la parola passa ai candidati e finalmente vedremo chi avrà concretamente a cuore gli interessi della popolazione tanto da sfidare il colosso Sorical e meritarsi il sostegno della nostra associazione i quella battaglia». r. b.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox