29 Agosto 2013

Tariffa di 20 cent anche per tre minuti Ma Como è più cara

Tariffa di 20 cent anche per tre minuti Ma Como è più cara

Questo il desiderio di alcuni automobilisti. Ma a Cantù – e non solo nella Città del Mobile – non è possibile: i parcometri accettano monete dai 10 centesimi e la tariffa minima, in vigore da otto anni, è di 20 centesimi, non uno di meno.Una soglia più bassa, a voler fare un confronto, rispetto a quella di Como, dove si accetta anche la più importante delle monetine in rame ma si parte però dai 25 centesimi. Per 15 minuti di sosta nel capoluogo. Dal punto di vista di alcuni, i parcometri con il minutaggio minimo, come quelli di Cantù ma non solo, sarebbero una tassa nella tassa. Se il consumatore volesse ad esempio parcheggiare per meno di dieci minuti, si ritroverebbe a pagare una sosta con un periodo di tempo non sfruttato. A Cantù, con 20 centesimi si può lasciare l’ auto in sosta per 12 minuti. Ma c’ è chi spera in una tariffa più precisa, persino al minutaggio, pur di risparmiare qualche centesimo. Situazioni analoghe, per la verità, esistono anche in altre città.A Varese ad esempio alcuni automobilisti hanno inutilmente contestato i parcometri in funzione il cui software risultava incapace di tariffare in modo corretto la sosta gratuita durante la pausa pranzo. Succedeva in sostanza che si pagava pure per la fascia oraria gratuita quando in tasca non si avevano le monete contate. Qualcuno ha provato a chiedere l’ abolizione della tariffa minima. Il Codacons ha registrato la curiosa situazione e ha proposto ai Comuni di correre ai ripari. Ma, almeno per il momento, Canturina Servizi fa sapere che non ha intenzione di intervenire. La risposta di Canturina Servizi è contenuta in una nota. «Della tariffa minima – comunica Canturina – vi è traccia specifica, con relativi dettagli, già in una delibera di Giunta del dicembre 2005, che ne fissava i parametri rapporti alle tariffe allora in vigore. Va ricordato che una delle finalità dei parcheggi “blu” è quella di aumentare la rotazione dei posti auto disponibili in città. Canturina Servizi Territoriali ha sempre agito d’ intesa col socio unico (il Comune, ndr).Le tariffe sin qui applicate si sono dimostrate storicamente e statisticamente inferiori a quelle di numerose altre cittadine». E se qualcuno pensasse di aprire un ricorso, attenzione: «La società dovrà tutelarsi nelle sedi opportune, con tutto ciò che ne consegue». Gli automobilisti sono avvisati.n C. Gal.
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox