fbpx
19 Dicembre 2018

TARI IN BOLLETTA, CODACONS: MISURA ASSURDA, AUMENTEREBBE MOROSITA’ E DANNEGGEREBBE FAMIGLIE NUMEROSE O A REDDITO BASSO

     

    UTENTI GIA’ IN DIFFICOLTA’ A CAUSA DELL’ABNORME RINCARO DELLE TARIFFE NEL 2018

    L’inserimento della Tari nella bolletta elettrica, al pari di quanto fatto per il canone Rai, è una misura assurda che determinerebbe ingiusti danni agli utenti. Lo afferma il Codacons in merito all’emendamento presentato alla Manovra.
    “E’ semplicemente assurdo utilizzare la bolletta della luce come fosse un esattore delle tasse – spiega il presidente Carlo Rienzi – L’inserimento della Tari nelle fatture dell’energia elettrica non solo non risolverebbe il problema dell’evasione, ma incrementerebbe i casi di morosità spingendo un numero crescente di utenti, specie coloro che versano in situazione di difficoltà economica, a non poter pagare le bollette a causa dei maggiori costi legati all’inserimento della Tari, subendo peraltro l’interruzione della fornitura elettrica”.
    “Le famiglie italiane sono già in difficoltà a causa dell’abnorme incremento delle bollette della luce registrato nel 2018 e pari al +11,1% rispetto allo scorso anno – prosegue Rienzi – Aggiungere alle fatture anche la Tari danneggerebbe in particolar modo le famiglie numerose e i nuclei a reddito basso, ed è una idea che deve essere immediatamente abbandonata dal Governo”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox