22 Dicembre 2015

TARGHE ALTERNE: CODACONS PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

TARGHE ALTERNE: CODACONS PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

INDAGARE SU TURNI VIGILI IN SERVIZIO E NUMERO DI CONTROLLI ESEGUITI SULLE AUTO IN CIRCOLAZIONE

IL CODACONS SCOPRE VIGILI URBANI IMPEGNATI A FARE COLAZIONE AL BAR DURANTE ORARIO DI SERVIZIO

Il Codacons presenta oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Roma in merito alle targhe alterne in vigore nella capitale, allo scopo di accertare il numero di vigili urbani inviati sulle strade a multare gli automobilisti in divieto ed eventuali fattispecie penalmente rilevanti a danno dei cittadini romani.
Alla base della decisione dell’associazione di rivolgersi alla magistratura, vi sono i numeri irrisori dei controlli in strada e delle sanzioni elevate dalla Polizia Municipale, e i risultati deludenti delle targhe alterne sul fronte dell’inquinamento atmosferico.
“Appena 1133 automobili sottoposte a verifiche e solo 108 multe elevate nella giornata di ieri, dimostrano l’incapacità dell’amministrazione di far rispettare il divieto di circolazione – spiega il presidente Carlo Rienzi – Proprio la mancanza di controlli cui sono oramai a conoscenza tutti i cittadini, incita gli automobilisti a non rispettare il blocco delle targhe, e provoca un danno a coloro che invece il blocco lo rispettano”.
Per tale motivo il Codacons ha chiesto alla Procura di “compiere tutte le indagini necessarie la fine di accertare se nei fatti esposti siano ravvisabili responsabilità nonché la possibilità del configurarsi di diverse fattispecie penalmente rilevanti e, in caso affermativo, di voler esperire nei confronti di chi sarà ritenuto responsabile, soggetti pubblici e/o istituzionali e/o privati  l’azione penale per tutti quei reati che La S.V. riterrà ravvisabili, in particolare, dal reato ex art. 328 c.p.,  a quello di violenza privata ex art. 610 c.p. nei confronti di cittadini e conseguentemente, stante il mancato svolgimento della funzione di controllo, non punendo i violatori del provvedimento, il reato di induzione a violare tale divieto e il concorso nel reato di inquinamento ambientale e al danno alla salute.
Si chiede il sequestro degli ordini di servizio e fogli turni onde verificare il numero esatto dei vigili impiegati, delle pattuglie della polizia municipale impiegate, il numero delle multe erogate a seguito delle accertate violazioni”.

E intanto questa mattina, durante il regime di targhe alterne, il Codacons ha “pizzicato” alcuni agenti della Polizia Municipale impegnati in strada…. ma a fare colazione al bar durante l’orario di servizio e lasciando abbandonata l’auto, come dimostrano le seguenti foto scattate dall’associazione.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this