1 Novembre 2001

Tar: ambientalisti legittimati a impugnare atti urbanistici

Tar: ambientalisti legittimati
a impugnare atti urbanistici




CIVITANOVA ? Anche le associazioni non riconosciute dal ministero dell`Ambiente possono ricorrere al Tar contro provvedimenti urbanistici con rilevanza ambientale. Lo ha stabilito il Tar, accogliendo il ricorso del Codacons contro un progetto del Comune per un centro sportivo in una zona (foche Chienti) protetta. A parte il merito della questione, i giudici amministrativi hanno sancito che qualsiasi associazione, a prescindere dall`iscrizione nell`elenco del ministero dell`Ambiente, può impugnare provvedimenti importanti in materia di ambiente. Il Tar ha infatti stabilito che il riconoscimento ministeriale «non esclude il concorrente potere del giudice di accertare, caso per caso, la sussistenza della legittimazione della singola associazione». Il che legittima azioni di tutela non solo del Codacons nazionale, che è iscritto in quell`elenco del ministero, ma anche i comitati periferici, a cui invece il Tar ha riconosciuto la legittimazione a proporre il ricorso.

Quanto al tema specificio del contendere, il piano regolatore prevedeva, com`è noto, la creazione di un centro sportivo con campi da calcio, tennis e basket nei pressi della foce del fiume, in una zona sottoposta a tutela ambientale e definita “esondabile“ dal Piano paesistico regionale. Secondo il Comune, invece, l`area era compatibile con la realizzazione degli impianti sportivi. Il Tar, però, ha dato ragione alla prima tesi (quella degli ambientalisti), stabilendo che l`area è sottoposta al piano paesistico e non a quelli urbanistici.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox