14 Dicembre 2015

Tanta voglia di Natale fra shopping e traffico

Tanta voglia di Natale fra shopping e traffico

assalto in centro, ma mercato meno affollato
VARESE – C’ è aria di festa e torna la voglia di fare regali. Almeno stando al grande afflusso registrato ieri in città, con le solite code, la corsa per accaparrarsi il parcheggio, e lo “struscio” lungo il corso, con sacchi e pacchetti al seguito. E al mercato di piazzale Kennedy, che per la seconda domenica va in scena in edizione straordinaria natalizia, che aria tira? «C’ è pochissima gente – dice Bruno Di Leta, che sul suo banco espone borse e accessori – speriamo che nel pomeriggio vada meglio. Sicuramente però l’ organizzazione è migliore rispetto agli anni precedenti, perché siamo più compatti e ci sono meno “spuntisti”, cioè quelli non in possesso di un’ area stabilita». Nel complesso 72 ambulanti, tra stranieri e italiani, merce usata e nuova di zecca, ma poco il passaggio di gente propensa all’ acquisto. Lo conferma Christian Fagan, che questa professione la fa da 18 anni, proseguendo l’ attività del padre, ambulante da 45 nel settore delle scarpe. «Purtroppo il movimento è un po’ fiacco -dice – e sta andando peggio rispetto all’ anno scorso. Forse perché in centro ci sono troppe cose tutte insieme, senza contare i centri commerciali, per cui la gente si spalma un po’ ovunque e, se si presenta al mercato, è per un’ oretta al pomeriggio, che non basta. Ma noi veniamo comunque, per tradizione, sapendo che alla domenica non c’ è più il pienone di un tempo». E in effetti di cose da fare ieri Varese ne ha offerte davvero tante, dalla pista del ghiaccio e giostre per bambini in piazza Repubblica alla musica itinerante a tema natalizio, lungo le vie del centro storico. Mer catino e festa di Santa Lucia al Sacro Monte di Varese, con numerose iniziative nelle vie del borgo organizzate dalla Cooperativa Santa Maria del Monte e dall’ associazione Amici del Sacro Monte, e in piazza Monte Grappa gettonatissime le tradizionali casette in legno, con offerta di prodotti tipici enogastronomici e idee regalo. Corso Matteotti sceglie le esposizioni d’ arte e antiquariato, mentre l’ associa zione Terra&Acqua ha organizzato, in collaborazione con GirinArte, uno spettacolo curato da Chiara Vitale e Gloria Barbanti tutto dedicato a teatro, circo, danza con fuoco e numeri di acrobatica aerea. Dunque una Città Giardino vestita a festa, con qualche ombra come è il caso degli ambulanti del mercato e tante luci, quelle che dalle 17 si accendono ogni sera nella coreografica cornice dei Giardini Estensi. Perché ai commercianti serve che torni la voglia all’ acquisto che, secondo le stime di Coldiretti, porterà gli italiani a spendere per i regali di Natale circa 220 euro a famiglia, molto meno dei più spendaccioni inglesi, che vi destinano un budget di 468 euro, seguiti dai danesi con 379 euro e dai francesi con 350 euro. E mentre spuntano qua e là “occasioni delle feste” a prezzi scontati, è ottimista il Codacons, l’ associazione di consumatori che prevede una crescita complessiva dei consumi nell’ ordine del +2,5%, rispetto al 2014. Ma in questo dato, si sa, ci vanno anche le spese alimentari per pranzi e cenoni e quelle per le vacanze che, seppur brevi, per molti sono sempre il regalo migliore da mettere sotto l’ albero. Monica Toso.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox