9 Dicembre 2008

Tango Bond, scade il termine per fare causa alle banche

CODACONS OBBLIGAZIONI: COME RIAVERE I SOLDI

GAIA ma non solo.  Il Codacons Versilia tutela i cittadini contribuenti guardando tutti i problemi sul tappeto e che necessitano di una soluzione. Partiamo dalle tariffe sulle acque. Antonio Pepi, referente del Comitato della Versilia, operativo alla Misericordia di Lido di Camaiore, ribadisce l’illegittimità delle somme richieste a titolo di recupero tariffario per l’anno 2006 da parte di Gaia. Recuperi tariffari che stanno colpendo sia i privati sia le attività,come già segnalato in numerosi interventi da parte dell’avvocato Micaela Muttini, la quale dichiara che alle numerose lettere diffida, inviate ad Aato 1 -Toscana nord non hanno, ad oggi, ottenuto nessun riscontro mentre Gaia nelle lettere di riscontro ha ribadito la debenza delle somme a titolo di rimborso tariffario per l’anno 2006 ‘in quanto è stata emessa la prima serie dei conguagli stabiliti dall’assemblea consortile dell’A.A.T.0 1 Toscana Nord con delibera 21 del 3 agosto 2007. Quella delibera che sia Gaia sia A.A.T.O. 1 Toscana Nord non hanno ancora dichiarato ufficialmente quando è stata pubblicata e dove». L’avvocato Muttini annuncia anche che sono in partenza le prime cause per ottenere il rimborso delle spese a titolo di tariffa per depurazione e per l’allaccio alle fognature che secondo l’ente dei consumatori «non sarebbero mai state realizzate».  Ma non ci si ferma qui perchè Codacons sta portando avanti azioni giudiziali nei confronti di Bond Argentina, Cirio e Parmalat, La Veggia, Giacomelli, che, attivate dall’Associazione sin dal 2006, si sono concluse con sentenze di vittoria o con accordi transattivi con le banche chiamate in giudizio.  Le famiglie ancora in possesso di questi titoli e quelle che dalla vendita hanno subito una forte perdita rispetto al capitale investito vengono informate da Codacons che che stanno per scadere i termini per agire contro il proprio istituto di credito per riavere i soldi investiti. Quindi l’avvocato Muttini avverte che coloro i quali possiedono i Bond Argentini da non più di 10 anni e anche se hanno accettato il cambio con i nuovi Bond Argentini, possono agire immediatamente contro la banca per recuperare i loro soldi.  Il Codacons di Lucca – Comitato della Versilia si rende disponibile ad esaminare la documentazione dei risparmiatori che si iscriveranno all’ associazione per verificare se vi sono gli estremi per poter pretendere la restituzione integrale dei soldi persi oltre che un eventuale risarcimento danni dal proprio istituto di credito.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox