14 Ottobre 2015

TANGENTI: APPALTI PER STRADE ROMA, TRE AI DOMICILIARI

    TANGENTI: APPALTI PER STRADE ROMA, TRE AI DOMICILIARI

    CODACONS: BENE PROCURA, DA APPALTI TRUCCATI DANNO PER CITTADINI ROMANI. MANUTENZIONE STRADE DELLA CAPITALE RESTA UN MISTERO

    Il Codacons plaude all’indagine della Procura di Roma che ha portato agli arresti domiciliari due imprenditori e un funzionario del dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale, con l’accusa di corruzione e turbata libertà degli incanti.
    “Le irregolarità nell’aggiudicazione degli appalti relativi alle strade creano un danno diretto a tutti i cittadini e automobilisti romani, e per tale motivo l’operazione che ha portato all’arresto di un funzionario comunale appare di grande importanza – spiega il presidente Carlo Rienzi – La questione dello stato fatiscente delle strade romane è ancora aperta e lo sanno bene automobilisti e motociclisti che ogni giorno fanno lo slalom tra buche e voragini presenti sull’asfalto, rischiando danni materiali e fisici”.
    Per il Codacons, inoltre, il problema della manutenzione stradale a Roma rappresenta ancora un mistero. Basti pensare che solo lo scorso luglio il Dipartimento Manutenzione Strade del Campidoglio ha opposto un netto rifiuto alla richiesta dell’associazione di visionare il capitolato d’appalto contenente la descrizione dell’esecuzione dei lavori ed i parametri tecnici caratterizzanti il conglomerato bituminoso di alcune strade della capitale.
    Volevamo conoscere nel dettaglio come erano state eseguite le opere di manutenzione stradale, e proponevamo di eseguire assieme all’amministrazione delle analisi di laboratorio sull’asfalto utilizzato, considerato che su queste arterie le buche si riaprono continuamente, come denunciano oramai da tempo i cittadini romani – spiega il Codacons – Ma il Dipartimento Manutenzione Strade non ha accolto la nostra richiesta.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox