11 Agosto 2020

Tamponi e test rallentati dalla chiusura dei laboratori

Difficile fare i tamponi di controllo e i test sierologici. Da questa settimana una buona parte dei laboratori analisi privati sono infatti chiusi per ferie. E così anche chi ha il dubbio, soprattutto tra i giovani della movida, di poter essere venuto in contatto con chi potrebbe essere contagiato, ha minori possibilità di potersi controllare anche volendo pagare. Ed intanto il Codacons, a fronte dell’ abnorme crescita nel numero di cittadini che, dopo una vacanza all’ estero, risultano positivi al coronavirus, chiede al Ministero della Salute di imporre il tampone obbligatorio per tutti i cittadini che rientrano in Italia dopo periodi di villeggiatura nei paesi stranieri.”Stiamo assistendo ad una preoccupante crescita dei contagi in vacanza, fenomeno che colpisce particolarmente i giovani i quali, una volta rientrati, rischiano di scatenare nuovi focolai di Covid – spiega segretario nazionale Francesco Tanasi – Per tale motivo riteniamo indispensabile eseguire tamponi obbligatori su tutti coloro che abbiano trascorso nel periodo estivo vacanze all’ estero, attraverso la realizzazione di apposite strutture in tutti gli aeroporti italiani, sotto la supervisione dell’ Enac e delle Asl territoriali, in grado di eseguire in modo rapido i test al momento dello sbarco dei passeggeri”. Ieri, intanto, a Siracusa un caso sarebbe riconducibile ad un rientro da Malta. M. B.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this