26 Marzo 2020

Tampone fai-da-te venduto on line Codacons fa oscurare il sito internet

Giovanni Scarpa/ pavia Test di autodiagnosi comodamente a casa, ma era una bufala. Ed ora, grazie anche alle numerose segnalazioni arrivate da consumatori di Pavia, il sito è stato oscurato. E’ lo stesso Codacons a darne notizia. «Il sito che proponeva in vendita a quasi 25 euro test di autodiagnosi per verificare il contagio da coronavirus è stato bloccato _ fa sapere in un comunicato l’ associazione pavese che difende i diritti dei consumatori _. L’ Autorità garante per la concorrenza e il mercato ha affermato che le informazioni fornite dal sito sull’ efficacia del test, sulla sua destinazione di uso e sul suo carattere sperimentale appaiono ambigue, confuse e oscure e che le modalità di promozione e vendita del prodotto siano ingannevoli e aggressive». Risultato: sito oscurato e apertura dell’ istruttoria ai fini dell’ irrogazione delle sanzioni di legge. Codacons, per l’ ennesima volta, invita i cittadini a prestare la massima attenzione alle truffe di ogni tipo legate alla pandemia del Covid-19, sia reali che virtuali. «La grande corsa a chi le spara più grosse per trarre profitto dalla vicenda che stiamo vivendo purtroppo continua _ prosegue la nota dell’ associazione. Ora è il turno della diagnosi coronavirus fai-da-te». «Noi _ sottolinea ancora Codacons di Pavia _ continuiamo a vigilare e aspettiamo l’ esito anche delle altre istruttorie aperte nei confronti dei “furbetti” del coronavirus: all’ esito partiranno gli esposti alla magistratura». La scorsa settimana sempre il coordinamento delle associazioni per la tutela dei consumatori aveva segnalato proprio alla magistratura una speculazione sui disinfettanti, in particolare l’ Amuchina, messa in vendita al doppio del prezzo su alcuni importanti siti di vendita on line. In alcuni casi il costo del prodotto aveva sfiorato il doppio di quello consueto. La scoperta era stata fatta dopo che alcuni clienti avevano cercato di acquistare on line un litro di disinfettante per le mani. Da settimane ormai Codacons Pavia riceve decine di segnalazioni dei cittadini pavesi che denunciano l’ ingiustificata corsa al rialzo dei prezzi di mascherine e Amuchina sui siti di e-commerce come Amazon e Ebay. Oggetto dei procedimenti avviati dalle autorità di controllo sono, da un lato, la presenza di claim relativi all’ asserita efficacia dei singoli prodotti in termini di protezione e/o di contrasto nei confronti del virus Covid-19, dall’ altro lato, l’ ingiustificato e consistente aumento dei prezzi fatto registrare per la vendita degli indicati prodotti nelle ultime settimane. Codacons aveva ricordato a commercianti e fornitori che, approfittando della forte domanda di determinati prodotti (mascherine, igienizzanti e guanti) aumentando i prezzi per guadagnarci sulle vendite, si compiono manovre speculative e quindi perseguibili penalmente . Ma evidentemente interventi della magistratura e Garante ancora non sono sufficienti per scoraggiare chi vuole approfittarsi della situazione. Il Codacons, ad ogni buon conto, assicura di «aver potenziato i suoi canali online per continuare a fornire il proprio supporto legale e a raccogliere le segnalazioni dei cittadini». —

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox