4 Aprile 2020

Tagliare i super-stipendi

Danila Letizia Una missiva al presidente Sergio Mattarella è stata inviata da Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale del Codacons. Ricevuto già da sei giorni dalla segreteria della presidenza, lo scritto spiega quello che in tanti si stanno chiedendo: perché l’ aiuto economico finalizzato al sostegno dei presìdi ed operatori sanitari debba provenire solo da iniziative solidali private. «Per questo ci rivolgiamo a lei – ha scritto Di Lieto a Mattarella – per chiederle di promuovere una banale iniziativa, una gara di solidarietà dal risultato immediato: una riduzione di 5 mila euro dell’ indennità di carica di a parlamentari e componenti del governo, governatori e consiglieri regionali, giudici della Corte costituzionale, membri del Csm, per sostenere la Sanità in ginocchio». Una richiesta che Di Lieto ha esternato dopo aver constatato che in Italia ma anche in Calabria i privati hanno dato il via a raccolte fondi con il semplice intento di essere uno strumento utile e immediato al di là di ogni barriera burocratica. Nella lettera è spiegato anche che così «ci sarebbero, subito, ulteriori fondi utili per reperire, ad esempio, oltre 2mila “ventilatori polmonari” di cui c’ è gran bisogno negli ospedali. Un modo immediato per avvicinare ancor di più cittadini e istituzioni con un garante insostituibile nella persona del presidente della Repubblica. Certo, molte altre categorie professionali, a fronte di stipendi di lusso, potrebbero pensare alla stessa soluzione, dai calciatori ai presentatori televisivi». Intanto l’ Ordine calabrese degli odontoiatri presieduto da Salvatore De Filippo, in collaborazione al Codacons, ha raccolto 2.500 mascherine chirurgiche, 7.000 guanti monouso e 250 camici sanitari tra tutti gli studi privati disponibili, al momento chiusi, e già consegnati all’ ospedale “Pugliese”. Di Lieto: così si potrebbeavere disponibilitàdi risorse immediata.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox