23 Aprile 2016

Sversamento a Genova, Codacons: striscia oleosa di 2 km in mare

Sversamento a Genova, Codacons: striscia oleosa di 2 km in mare
‘nuova istanza a procura: sequestrare beni e patrimonio iplom’

Roma, 23 apr. (askanews) – Il Codacons lancia l’ allerta per Genova, dopo lo sversamento di petrolio per la rottura di una tubatura nel fiume Polcevera: “In mare c’ è una striscia oleosa di 2 chilometri”. E l’ associazione annuncia una nuova istanza a procura chiedendo, come provvedimento cautelativo, di “sequestrare beni e patrimonio Iplom”. “Una striscia oleosa lunga 2 km ha raggiunto il mare tra Genova, Savona e Imperia e allarmanti notizie si susseguono sullo sversamento di greggio e sugli effetti per l’ ambiente”: così il Codacons annuncia “una nuova istanza in Procura a tutela del territorio e della collettività”. “Abbiamo deciso di chiedere alla Procura di Genova di disporre il sequestro urgente del patrimonio e dei beni della società Iplom”, ha sottolineato il presidente Codacons Carlo Rienzi, spiegando: “Tale azione ha carattere cautelativo, e serve a garantire non solo i futuri risarcimenti, ma anche a coprire tutte le spese sostenute negli ultimi giorni dalle autorità e dalle amministrazioni competenti per far fronte all’ emergenza”. E “una volta accertate le cause dello sversamento, se saranno ravvisabili responsabilità da parte dell’ Iplom, la società sarà chiamata non solo a indennizzare i cittadini genovesi, ma anche a rimborsare lo Stato e gli enti locali per le ingenti spese sostenute in queste ore sul fronte della tutela del territorio”. Il Codacons ha anche ricordato che tutti i cittadini genovesi possono aderire alla class action lanciata dall’ associazione e chiedere il risarcimento per i danni ambientali prodotti dallo sversamento.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox