2 Novembre 2010

Superenalotto: Codacons, stop a premi assurdi ed esagerati

Dopo parecchi mesi a bocca asciutta, sabato scorso il mega-jackpot del Superenalotto è stato assegnato. Il Codacons al riguardo è tornato a ribadire come si debba evitare di far salire il montepremi su livelli assurdi ed esagerati, ma nello stesso tempo ha accolto con un plauso il fatto che il premio multimilionario è stato diviso tra più giocatori . D’ altronde quasi 180 milioni di euro in mano ad un unico vincitore sono fin troppi e possono "far perdere la testa". Vista l’ ascesa del jackpot , partita nel febbraio scorso, e conclusasi solo nell’ ultimo concorso, l’ Associazione è tornata a ribadire la necessità di mettere un tetto al jackpot e di ripartire il montepremi andando a distribuire di più ai premi minor i. Spalmando il montepremi, secondo il Codacons , da un lato l’ erario non verrebbe danneggiato, e dall’ altro si eviterebbe di far crescere il jackpot ad un livello tale che si inneschi una corsa frenetica alle giocate con conseguenti rischi di aumento delle ludopatie . In ogni caso, per il concorso di domani, martedì 2 novembre 2010, il "6" se realizzato pagherebbe 45,5 milioni di euro che sono tutto tranne che bruscolini. Immagine tratta da: superenalotto-lotto.myblog.it.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox