8 Agosto 2009

Superenalotto, caccia ai 123 milioni

Il Tar ha bocciato il ricorso del Codacons: nessun limite al jackpot Superenalotto

Continua la caccia al sei del Superenalotto, che questa sera vale 123 milioni di euro. Ma sino ad oggi, quanto hanno speso gli italiani? Secondo i calcoli Agipronews, sono state convalidate 3,27 miliardi di combinazioni, per una spesa totale di 1,63 miliardi di euro. Il vero vincitore è lo Stato che da inizio febbraio a oggi ha incassato 820 milioni di euro. Ma questo non ferma la caccai al sei. Solo nel terzo concorso di agosto, quello di giovedì, gli italiani hanno puntato 54,7 milioni di euro, per un totale di oltre 109 milioni di combinazioni convalidate. Da inizio mese, riferisce Agipronews, la spesa complessiva é stata di 164,6 milioni di euro e viaggia al ritmo di 27,4 milioni ogni 24 ore, contro una media di 14 milioni al giorno di luglio: un incremento pari al +95,7%.  Il Tar del Lazio ha rigettato il ricorso presentato dal Codacons contro il montepremi record del Superenalotto, ma nel decidere ha inferto una dura condanna al gioco e ha riconosciuto le «malattie» legate a jackpot elevati e gli effetti di «nocività sociale ed economica».  Lo spiega il Codacons in una nota, sottolineando che il rigetto del ricorso «deriva dal fatto che la legge del 2001 ha eliminato il tetto ai montepremi: di conseguenza l’attività dell’amministrazione non appare errata».  Il Tar, continua il Codacons, «condanna anche l’imposizione fiscale attuata attraverso il Superenalotto, che non apparirebbe rispettosa dell’art. 53 della Costituzione, Il Tar non ha avuto il coraggio di apportare modifiche, scaricando la responsabilità sul legislatore».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox