13 Novembre 2001

Suole trafitte dai pedali dell`auto

Il caso segnalato da un cliente lidense delle «scarpe che respirano»
Suole trafitte dai pedali dell`auto
Codacons alla Geox: «Indagate»

VENEZIA. «Va bene traspiranti, ma così è troppo….».

Così ha pensato G.P., affezionato cliente Geox, quando ha trovato le suole delle scarpe letteralmente scarnificate proprio in corrispondenza dei pedali del freno-acceleratore e della frizione della sua auto: due buchi che hanno trafitto la suola, giungendo fino alla soletta interna delle famose scarpe trevigiane che fanno respirare il piede. P.G. non fa l`autista, è solo un lidense: possibile che quattro mesi di utilizzo neppure quotidiano delle scarpe possano essere stati sufficienti a distruggerne un paio costato, a febbraio, oltre 200 mila lire, riposto a maggio e ripreso in mano (già danneggiato) a settembre? Tanto più che, a quel punto, G.P. si è ricordato anche di un altro paio di Geox, comprato l`anno prima e finite anch`esse «trafitte». A questo punto, prima si è messo in contatto con la Nottington Italia di Biadene di Montebelluna, casa madre delle famose scarpe, poi si è rivolto al Codacons. Il presidente veneto dei consumatori, l`avvocato Francesco Mario d`Elia, ha scritto così alla ditta – che già ha risposto cortesemente al suo cliente, chiedendo lumi – segnalando la necessità di «fare tutti gli accertamenti tecnici utili per appurare come mai delle suole utilizzate da una persona che usa, per brevi periodi, la propria autovettura abbiano potuto, in breve tempo, evidenziare un così notevole cedimento. Sarebbe opportuno che rendeste noto il risultato dell`accertamento, attuando tutti quei provvedimenti idonei per tutelare i consumatori e, se il caso, richiamare l`eventuale partita di scarpe difettose o informare la clientela se queste non possono essere utilizzate da chi guida».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox