fbpx
28 Novembre 2012

Sumai. Firmato accordo per consulenze legali col Codacons

Sumai. Firmato accordo per consulenze legali col Codacons

28 NOV – È stato raggiunto un importante accordo tra il Sumai-Assoprof (Sindacato Unico Medicina Ambulatoriale Italiana e Professionalità dell’ Area Sanitaria) e il Codacons, l’ importante associazione dei consumatori italiana. Grazie ad una convenzione firmata dai due enti, a partire già da oggi gli iscritti al sindacato potranno avvalersi dei servizi offerti dall’ associazione, ottenendo consulenze legali sui più disparati temi, sconti, agevolazioni e aiuto da parte di avvocati specializzati in materie sanitarie. L’ accordo prevede tre diverse forme di assistenza da parte del Codacons agli associati Sumai e alle loro famiglie: La prima riguarda problematiche di natura prettamente consumeristica, come bollette, contratti, viaggi, acquisti difettosi, e via dicendo. Gli iscritti al Sumai potranno inviare una mail al proprio sindacato, richiedendo la consulenza da parte dell’ associazione dei consumatori. Il Sumai girerà i dati del richiedente al Codacons, e da quel momento il medico (o un suo familiare) potrà chiamare il numero a pagamento 892.007 e ottenere un parere legale telefonico (da intendersi esclusivamente come consulenza legale e non come assistenza giudiziaria); La seconda forma di assistenza riguarda invece le mancate o parziali remunerazioni e coperture previdenziali in favore dei medici specializzati tra gli anni 83/84 e 90/91, e tra gli anni 91/92 e 2005/2006, e l’ estensione dei diritti remunerativi e previdenziali per i soggetti ammessi alle scuole di specializzazione di area sanitaria con laurea diversa da medicina, questioni per le quali il Codacons ha già avviato ricorsi collettivi in tutta Italia. Chi deciderà di avvalersi dell’ assistenza legale dell’ associazione per presentare ricorso contro le mancate remunerazioni relative agli anni di specializzazione, godrà di uno scontro del 33% rispetto alla tariffa normalmente applicata per l’ avvio di tale azione. Per gli iscritti al Sumai è prevista inoltre la possibilità di pagamenti rateizzati sino ad un massimo di 12 mesi; infine la terza forma di assistenza riguarda invece un servizio di consulenza legale relativa alla responsabilità professionale per gli iscritti al Sumai, che potranno chiamare il numero verde gratuito 800582493. Tale consulenza verrà effettuata da un team di avvocati specializzati in diritto della salute e responsabilità professionale. Nel caso all’ esito del suddetto parere si renda necessario, o comunque possibile, affrontare un giudizio, il singolo iscritto potrà rivolgersi a qualunque avvocato di sua fiducia, o a sua scelta agli avvocati Codacons, al costo preventivo che verrà di volta in volta comunicato, sulla base del valore della controversia e della difficoltà della stessa. Al fine di evitare per quanto possibile inutili controversie giudiziarie, a tale numero verde gratuito potranno rivolgersi anche tutti i cittadini che si ritengono vittime della malasanità, che potranno ricevere anche loro una consulenza legale gratuita sulla fondatezza giuridica del loro caso. Nel caso tale valutazione abbia esito positivo, i cittadini avranno la possibilità di accedere a una esclusiva conciliazione che verrà proposta dal Codacons alle varie strutture mediche e ai professionisti eventualmente responsabili dei fatti. “Siamo veramente soddisfatti – ha affermato il segretario generale del Sumai Roberto Lala – per l’ intesa raggiunta con il Codacons perché crediamo che ciò possa garantire una maggior tutela dei diritti dei medici, sia come cittadini che come professionisti”. “Con questo accordo – ha aggiunto Lala – i nostri iscritti avranno la possibilità di ricevere un servizio di consulenza legale, giudiziale e stragiudiziale, per quanto attiene la responsabilità medica, sia professionale che come parte lesa e nelle materie consumeristiche, come bollette, multe, viaggi rovinati, trasporti, acquisti di beni e di prodotti di consumo”. “Inoltre, nella convenzione – conclude Lala – il Codacons, fornirà assistenza per promuovere apposite azioni legali, in favore degli iscritti al Sumai-Assoprof, al fine di far valere il loro diritto al risarcimento del danno da essi subito in conseguenza dell’ omesso recepimento della succitata Direttiva n. 82/76/CEE, che riguarda gli ex specializzandi”. “La convenzione ha lo scopo di fornire agli iscritti Sumai un servizio che garantisca una maggior tutela dei diritti dei medici, sia come cittadini che come professionisti – afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – mettendo a loro disposizione la qualità e le competenze di una associazione storica come il Codacons, che da anni si batte in prima linea a difesa degli utenti”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox